Crea sito

Il cambio Alfiere per Cavallo

Scritto da:  | 6 novembre 2010 | 8 Commenti | Categoria: Libri, Recensioni


Sono veramente lieto di presentarvi questo bel libro del maestro internazionale Gojko Laketic, che tratta, per la prima volta nella letteratura mondiale, il cambio alfiere per cavallo.
Sentiamo dalle sue parole il motivo di questa scelta:

“La possibilità di cambiare Alfiere per Cavallo già dalle prime mosse, e poi durante tutta la partita, attribuisce al tema di questo cambio una grande importanza. Ho notato che molti scacchisti, soprattutto di categoria nazionale, non sono realmente consapevoli dei motivi che ne sono alla base.
La comprensione profonda di questo momento è legata ai seguenti temi strategici:

  1. Coppia degli alfieri in tutte le fasi della partita.
  2. Lotta tra alfiere e cavallo in mediogioco e in finale.

Volevo che la ragione del cambio fosse chiara e semplice da comprendere, per cui l’opera doveva soddisfare due condizioni:

  1. Individuazione e spiegazione teorica di tutti i casi in cui è giusto cambiare alfiere per cavallo, oppure permettere che il nostro alifiere sia catturato dal cavallo avversario.
  2. Dare la massima attenzione al momento del cambio, con diagrammi che facilitano la comprensione e rendono il libro leggibile anche senza scacchiera.”


Gojko ci aveva già deliziato con i suoi precedenti lavori, dedicati a delle particolari strutture pedonali, ma questa volta si supera, catalogando ben 14 motivi differenti per cui valga la pena cambiare un proprio alfiere per un cavallo.

Alcuni dei motivi, quali ad esempio il “rovinare la struttura pedonale” dell’avversario, sono ben noti a quasi tutti gli scacchisti, ma altri sono delle autentiche chicche, e qui ad esempio mi piace citare il “cambio per isolare un alfiere debole”, cioè la creazione di un alfiere “cattivo” all’avversario.
Le partite, tratte principalmente da scontri magistrali, sono tutti esempi perfettamente commentati e molti chiari nello sviluppo, come ad esempio sotto potete vedere nell’interessante caso del “cambio per impedire l’attivazione di un cavallo”.

In questo libro Laketic riduce il numero di esempi, e approfondisce i commenti strategici, data la delicatezza dell’argomento trattato, ma sono convinto che una attenta lettura porterà grandi benefici nella visione strategica.

In sostanza, una piccola gemma autoprodotta nella letteratura scacchistica in lingua italiana.
Purtroppo la tiratura risulta di soli 200 esemplari, quindi consiglio gli interessati a procurarselo al più presto, o acquistandolo da Gojko stesso in uno dei molti tornei ai quali partecipa, oppure ordinandolo presso la nota libreria italiana di scacchi.

MI Gojko Laketic

avatar Scritto da: cserica (Qui gli altri suoi articoli)


8 Commenti a Il cambio Alfiere per Cavallo

  1. avatar
    Jazztrain 6 novembre 2010 at 09:42

    Peccato che ci siano poche copie in giro, questo libro mi intriga parecchio.




    0
  2. avatar
    Martin Eden 6 novembre 2010 at 10:40

    Accolgo anch’io con entusiasmo quest’opera di Laketic su questo aspetto così delicato e importante della strategia scacchistica.
    Nella letteratura scacchistica son ben pochi i saggi su questo aspetto, rilevanti le opere del GM per corrispondenza Gennady Nesis, ma per il resto poco e nulla a parte qualche excursus su alcune riviste.
    Bene, son felice che il mercato editoriale italiano si arricchisca di un’opera significativa come quella presentata in questa interessante recensione.




    0
  3. avatar
    Mongo 6 novembre 2010 at 16:34

    Non dimentichiamoci che esiste anche il cambio cavallo per alfiere!!! 😉




    0
  4. avatar
    Massimiliano Orsi 7 novembre 2010 at 23:22

    Veramente non e’ proprio un argomento inedito (bisognerebbe sempre stare attenti quando si fanno affermazioni cosi’ assolute): esiste gia’ l’ottimo libro “Bishop v Knight: the verdict” del maestro americano Steve Mayer, pubblicato nel 1997.




    0
    • avatar
      Martin Eden 8 novembre 2010 at 23:19

      Carissimo Massimiliano,

      ti ringrazio per il tuo intervento.
      E’ sempre interessante e stimolante imbattersi in persone attente e istruite come te.
      Se posso chiosare gli altri commenti in merito alla tua osservazione, pur non conoscendo ancora il testo di Laketic proposto nella recensione in oggetto, posseggo il libro di Mayer da te citato.
      Si tratta di un ottimo testo, senza ombra di dubbio ed è un vero peccato che sia già fuori commercio ma mi pare che esamini svariati problemi strategici relativi al confronto tra Alfiere e Cavallo quando entrambi i pezzi sono ancora presenti sulla scacchiera e non, più nello specifico, la valutazione del cambio in sè di uno di questi due pezzi per l’altro come, suppongo, approfondito nel volume di Laketic.

      Un saluto cordialissimo
      Martin

      PS: a beneficio dei Lettori di Soloscacchi ecco i titoli dei capitoli dell’opera di Mayer, giusto perché possano farsene un’idea in attesa di un’eventuale recensione qui o in altri siti più qualificati del nostro:

      Some Characteristics of Knights and Bishops
      Two Bishops and the Steinitzian Restriction Method
      Chigorin and the Knight Pair – The Traditional Case for Success
      The Rest of the Story – Chigorin usually lost with the Knight Pair
      The Problem Knight
      The Problem Bishop
      The Over – rated Knight
      The Over – rated Bishop
      Changing the Colour of a Bishop
      Increasing the Speed of Your Knights
      The Bad Bishop
      The Sacrifice for Active Bishops
      The Unexpected Exchange
      Shattered Pawn Positions
      The Ruy Lopez Ending
      The Grindable Ending – Rook and Bishop vs Rook and Knight
      Capablanca’s Theorem – Q + K is better than Q + B in the Ending




      0
  5. avatar
    Antonio 8 novembre 2010 at 11:27

    Il libro di Mayer parla della lotta tra Alfiere e Cavallo quando già è stato effettuato il cambio; il libro del MI Laketic, invece, prende in considerazione il momento immediatamente precedente il cambio, quando cioè è necessario valutare l’opportunità e la convenienza nell’effettuare il cambio stesso.




    0
  6. avatar
    cserica 8 novembre 2010 at 11:58

    grazie Antonio,
    forse il lettore precedente non aveva capito quello che ho scritto:
    il libro di Laketic è il primo in assoluto che analizza i motivi strategici alla base del cambio dell’Alfiere sul Cavallo.
    Sulla lotta di Alfiere contro Cavallo, immagino siano stati scritti altri libri, ma non è lo stesso argomento.




    0
  7. avatar
    Mongo 8 novembre 2010 at 19:03

    L’argomento sulla lotta Alfiere contro Cavallo (o viceversa) è trattato con molta attenzione da Euwe in: Il Mediogioco – Gli elementi statici.




    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CLICCA QUI PER MOSTRARE LE FACCINE DA INSERIRE NEL COMMENTO

DISCLAIMER: I responsabili del blog cancelleranno immediatamente e di propria insindacabile iniziativa qualsiasi intervento che giudicheranno possa recare offesa a chiunque. Non sono tollerati gli attacchi personali, né le offese indirette rivolte a terzi. Oltre ai commenti offensivi, per non generare confusione, verranno cancellate anche le eventuali repliche. L'indirizzo IP del mittente, se necessario verrà segnalato alla Polizia Postale.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Torre & Cavallo - Scacco!

Nezhmetdinov – lezioni di fantasmagoria scacchistica dalle partite di un genio del gioco d’attacco

Porto Mannu R.H.

Porto Mannu Residence Hotel

Understanding the Sicilian

Sempre più vicino

A to Z Chess Tactics

Fabulous Fabiano

Azzurri in diretta

Azzurri in Diretta
Cosenza, CIA 2017

    • 29 novembre – 10 dicembre, h. 10:00
    • (Godena, David, Moroni, Stella, Valsecchi, Sonis, Brunello, Gilevych, Genocchio, Garcia Palermo, Dvirnyy)


Roma Città Aperta

    • 3 – 10 dicembre, h. 16:30
    • (Sibilio, Corvi, Landi, Pitzanti, Martorelli, Ferretti, etc.)

Gli ultimi commenti

Live rating

2700chess.com per tutti i dettagli

Chess book reviews

Le recensioni di SoloScacchi