Crea sito

La sinfonia di scacchi

Scritto da:  | 3 marzo 2012 | 2 Commenti | Categoria: Scacchi e musica

Gli scacchi, come l’amore e la musica, hanno il potere di rendere gli uomini felici
(Siegbert Tarrasch)

La vicinanza tra scacchi e musica è davvero notevole, e non solo perché molti grandi musicisti sono stati o sono giocatori di scacchi più o meno forti (François-André Danican Philidor, Ennio Morricone, Vladimir Horowitz, Anthony Braxton, Sergei Prokofiev ecc.).

Il punto di contatto tra scacchi e musica è senz’altro da ricercare nel valore estetico di entrambe le discipline. Il bambino che inizia ad avvicinarsi agli scacchi è attratto senz’altro dalla forma dei pezzi, dal loro colore o dal materiale con cui sono lavorati. Questa curiosità estetica permette il primo approccio con gli scacchi, che sarà seguito poi dalla volontà di imparare le regole per poter giocare. Analogamente il bimbo vede inizialmente lo strumento musicale come un oggetto e viene attratto dal suo lato estetico (si può negare la bellezza di un violino, di un oboe o del pianoforte?), poi vorrà imparare a suonare.

Da ciò ricaviamo che gli scacchi e la musica sono inscindibilmente uniti da un preliminare contatto “visivo” e poi da una  meravigliosa alchimia di logica ed estro. Le regole, in entrambi i casi, sono rigide, la tecnica è fondamentale e solo conoscendo appieno questi due aspetti si potrà creare l’opera d’arte, a volte anche infrangendo quegli stessi dogmi (per esempio gli ipermoderni a scacchi e i musicisti futuristi della “noise music” come Luigi Russolo).

Ma tutto questo è teoria, ma come facciamo a vedere materialmente questo legame tra scacchi e musica?

L’unica possibilità è assistere al musical “Chess”. Si tratta di un capolavoro di Tim Rice, autore dei testi (ha scritto anche Jesus Christ Superstar ed Evita, tra gli altri), e degli ABBA (precisamente dei due maschi del gruppo), loro sono le musiche, che l’anno passato ha fatto tappa in Italia con unica data a Trieste.

Il musical ci riporta alle atmosfere della guerra fredda tra USA e URSS con uno scontro tra il campione americano Frederick Trumper (riconosciamo la figura di Fischer) e quello  russo Anatoly Sergievski (in parte ispirata a Spasskij e in parte a quella di Viktor Korchnoj). Le vicende scacchistiche e politiche si intrecciato con la storia d’amore tra la compagna del giocatore americano (una giovane di origini ungheresi) e il campione russo, mentre una scacchiera fa da sfondo ad ogni scena. È sostanzialmente un messaggio di pace quello del musical di Rice e degli ABBA, con i giocatori che si renderanno conto di essere unicamente delle pedine del potere. Per avere un’idea potete dare un’occhiata su “You Tube”…

Vi accorgerete che si tratta di canzoni piuttosto note alla fine degli anni ’80 (l’album è del 1984 mentre il musical è del 1986).

Ancora una volta gli scacchi entrano nell’arte, nella storia e nella vita di tutti i giorni dimostrando, se ce ne fosse ancora bisogno, come rappresentino uno dei fili conduttori della cultura dell’umanità.

avatar Scritto da: Zenone (Qui gli altri suoi articoli)


2 Commenti a La sinfonia di scacchi

  1. avatar
    Tamerlano 14 dicembre 2014 at 15:35

    Leggo solo adesso grazie alla segnalazione di Zenone: hai proprio ragione, gli scacchi sono oltre gioco anche cultura.

  2. avatar
    Luxury Music Academy 2 luglio 2015 at 23:05

    Un articolo davvero splendido.
    Grazie!
    Colpita anche dal “parallelismo” delle idee. Sono una compositrice e ho scritto delle fantasie sui temi classici e non solo, “Musica a Scacchi: Mozart contro Piazzolla e Beethoven contro Gershwin”.
    Il pensiero di un compositore, secondo me, dovrebbe essere molto simile a quello di un giocatore di scacchi.
    Grazie ancora.
    Valeria Kukushkina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CLICCA QUI PER MOSTRARE LE FACCINE DA INSERIRE NEL COMMENTO

DISCLAIMER: I responsabili del blog cancelleranno immediatamente e di propria insindacabile iniziativa qualsiasi intervento che giudicheranno possa recare offesa a chiunque. Non sono tollerati gli attacchi personali, né le offese indirette rivolte a terzi. Oltre ai commenti offensivi, per non generare confusione, verranno cancellate anche le eventuali repliche. L'indirizzo IP del mittente, se necessario verrà segnalato alla Polizia Postale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torre & Cavallo - Scacco!

Nezhmetdinov – lezioni di fantasmagoria scacchistica dalle partite di un genio del gioco d’attacco

Porto Mannu R.H.

Porto Mannu Residence Hotel

Understanding the Sicilian

Sempre più vicino

A to Z Chess Tactics

Fabulous Fabiano

Azzurri in diretta

Azzurri in Diretta
Cosenza, CIA 2017

    • 29 novembre – 10 dicembre, h. 10:00
    • (Godena, David, Moroni, Stella, Valsecchi, Sonis, Brunello, Gilevych, Genocchio, Garcia Palermo, Dvirnyy)


Roma Città Aperta

    • 3 – 10 dicembre, h. 16:30
    • (Sibilio, Corvi, Landi, Pitzanti, Martorelli, Ferretti, etc.)

Gli ultimi commenti

Live rating

2700chess.com per tutti i dettagli

Chess book reviews

Le recensioni di SoloScacchi