Crea sito

Come si ottiene (e si perde) l’Elo FIDE?

Scritto da:  | 8 gennaio 2014 | 37 Commenti | Categoria: Regolamento

Elo Fide 

Come si sa, nel nostro Paese ad ogni giocatore di torneo è associato un punteggio di merito (rating), chiamato Elo, che con buona approssimazione da un’idea della sua forza di gioco.

Si può essere presenti contemporaneamente in diverse liste rating: quella di Società, quella Blitz FIDE, quella Rapid Italia, quella Rapid FIDE, quella Italia oppure quella FIDE standard. Tutte queste liste sono basate sul sistema di calcolo statistico messo a punto alla fine degli anni 50 del secolo scorso dal fisico d’origine ungherese, statunitense d’adozione, Arpad Emrick Elo (1903-1992). A volte il nome del sistema è scritto erroneamente ELO, tutte maiuscole, ma abbiamo visto che non è un acronimo bensì un cognome. La federazione USA iniziò ad usare il sistema nel 1960 e la Fide lo adottò nel 1970.

Nel nostro Paese la prima graduatoria Elo è stata stilata nell’ottobre del 1971 ed è entrata in vigore il 1° gennaio 1972. Qualche anno fa grazie alla cortese disponibilità di Franca Dapiran e Giuseppe Campioli ho potuto prendere visione di tale lista, composta da 66 giocatori, tutti di categoria magistrale, in cui primeggia Tatai (2367) seguito da Mariotti, Paoli e via via i giocatori che facevano la storia scacchistica italiana in quegli anni. Vi è pure un 17enne Passerotti.

bollettino fsi_allegato a 2014-01

Attualmente iscrivendosi per la prima volta ad un torneo della FSI valido per l’Elo Italia, si riceve un punteggio iniziale di 1440.

Per entrare in lista Rapid Italia, iscrivendosi ad un torneo omologabile per tale circuito è possibile farsi riconoscere l’Elo Italia standard o FIDE Rapid o FIDE standard se posseduti, oppure si entra con 1440.

Un giocatore partecipa al suo primo torneo Rapid o Blitz FIDE con il suo Elo FIDE standard. Chi non ha Elo FIDE standard gioca senza Elo ed entrerà in lista Blitz o Rapid sulla base dei risultati ottenuti, similmente a come accade per l’acquisizione dell’Elo FIDE standard.

Per ottenere l’Elo FIDE standard il meccanismo è un poco più articolato.

Il punteggio Elo FIDE si ottiene giocando in tornei omologati dalla FSI e validi anche per le categorie e il punteggio Elo Italia.

Se il torneo è di tipo svizzero occorrono un minimo di 9 partite contro avversari già in possesso di Elo FIDE.

Non è necessario che le 9 (o più) partite siano giocate in un solo torneo, ma è possibile accumulare le cosiddette tranche, ognuna delle quali deve essere di un minimo di 3 partite. E’ quindi possibile giocare le 9 partite in 3 tornei, in ognuno dei quali si sono incontrati 3 giocatori con Elo FIDE. Oppure in due tornei, con due tranche da 4 e 5 partite, oppure una da 3 e una 6, e così via.

Dal momento in cui si realizza la prima tranche, si hanno a disposizione i successivi 25 mesi per fare altre tranche e completare le 9 partite.

Nel momento in cui si raggiungono le 9 (o più) partite, che naturalmente possono essere raggiunte anche in un solo torneo di 9 turni (per esempio i grossi festival estivi) la FIDE procede al calcolo dell’Elo FIDE standard di ingresso del giocatore considerando tutte le partite (quindi non solo le prime 9) che compongono le tranche.

Se la prima tranche è inferiore a 1 punto o di valore inferiore a 1.000 (soglia del rating FIDE standard), sarà ignorata.

Se il torneo è un girone all’italiana a 10 giocatori ne bastano 4 (un terzo) con Elo FIDE standard e 9 partite giocate e, se si è fatto almeno 1 punto e la performance rating è stata almeno 1.000, si entra subito in lista.

Se il numero di partite giocate è inferiore a 9, quelle con avversari in possesso di Elo FIDE vanno a formare una tranche, sommabile a quelle ottenute in altri tornei.

Il valore R della tranche sarà:

– se il punteggio P ottenuto è il 50%, l’Elo medio degli avversari incontrati;

– per ogni mezzo punto oltre il 50%, all’Elo medio degli avversari incontrati si aggiunge 15;

– per punteggi inferiori al 50%

a) in un torneo svizzero, all’Elo medio degli avversari incontrati sarà tolta una quantità dp come previsto dalla tabella che segue (in pratica è la performance rating ottenuta);

b) in un torneo all’italiana (senza assenze o diventa svizzero), all’Elo medio degli avversari incontrati sarà tolta una quantità dp x n/(n+1), dove n è il numero degli avversari incontrati.

Il rating di entrata in lista Elo FIDE standard sarà, ad esempio con 3 tranche valide:

[(R1x n1) + (R2x n2) + (R3x n3)] / nTot 1.000

Tabella di conversione di un punteggio frazionario P in differenza rating dp

 

p

dp

p

dp

p

dp

p

dp

p

dp

p

dp

1.0

800

.83

273

.66

117

.49

-7

.32

-133

.15

-296

.99

677

.82

262

.65

110

.48

-14

.31

-141

.14

-309

.98

589

.81

251

.64

102

.47

-21

.30

-149

.13

-322

.97

538

.80

240

.63

95

.46

-29

.29

-158

.12

-336

.96

501

.79

230

.62

87

.45

-36

.28

-166

.11

-351

.95

470

.78

220

.61

80

.44

-43

.27

-175

.10

-366

.94

444

.77

211

.60

72

.43

-50

.26

-184

.09

-383

.93

422

.76

202

.59

65

.42

-57

.25

-193

.08

-401

.92

401

.75

193

.58

57

.41

-65

.24

-202

.07

-422

.91

383

.74

184

.57

50

.40

-72

.23

-211

.06

-444

.90

366

.73

175

.56

43

.39

-80

.22

-220

.05

-470

.89

351

.72

166

.55

36

.38

-87

.21

-230

.04

-501

.88

336

.71

158

.54

29

.37

-95

.20

-240

.03

-538

.87

322

.70

149

.53

21

.36

-102

.19

-251

.02

-589

.86

309

.69

141

.52

14

.35

-110

.18

-262

.01

-677

.85

296

.68

133

.51

7

.34

-117

.17

-273

.00

-800

.84

284

.67

125

.50

0

.33

-125

.16

-284

 

Ottenuto l’Elo FIDE standard, la FSI provvede a sostituirlo a quello Italia posseduto e da quel momento, con K=30 iniziale, sarà usato nei tornei a cui si partecipa. Dopo 30 partite il K scende a 15 e quando si raggiunge 2400 diventa stabilmente 10. Pare che se la trentesima partita si giochi nel corso di un torneo, situazione più probabile, anche le rimanenti partite del torneo saranno elaborate dalla FIDE con K=30.

A differenza del rating italiano che può scendere in maniera indefinita, attualmente chi scende con il rating internazionale sotto 1000 esce dalla lista FIDE e, mentre ripete la procedura d’acquisizione, sarà nuovamente inserito nella lista nazionale con 999.

Leggendo queste righe si può essere indotti a pensare che ottenere l’Elo FIDE e il modo di calcolarlo non siano agevoli. La prassi che vuole nei tornei i giocatori divisi in svariate fasce Elo non permette ai più dotati un rapido accesso al rating FIDE, ma credo che ancora più difficile dell’ottenimento dell’Elo FIDE sia il suo sostanziale incremento nel tempo…

avatar Scritto da: AI Francesco De Sio (Qui gli altri suoi articoli)


37 Commenti a Come si ottiene (e si perde) l’Elo FIDE?

  1. avatar
    The dark side of the moon 8 gennaio 2014 at 11:09

    Se non erro, mi pare di ricordare che fino a pochi anni fa si poteva entrare con un Elo FIDE non inferiore ai 1600 punti.
    Poi in funzione di dare a più giocatori possibili l’Elo FIDE si è deciso di poter fare entrare (una volta ottenute le tranches valide) tutti i giocatori sopra i 1200 punti.
    A mio modo di vedere è stata una grandissimo errore.
    Per quanto mi riguarda sono entrato in lista con un Elo FIDE basso ma comunque pur essendo una 3N con punteggio sopra i 1500 ho ancora 12 partite con K30 e quindi spero di superare i 1600 prima di passare al K15.
    Tuttavia conosco casi di gente che entra in lista FIDE con Elo bassissimi: 1300-1400 punti.
    Questi giocatori sono “costretti” a giocare tornei di fascia superiore al loro livello con risultati spesso deprimenti.
    Infatti anche se la tendenza è dare l’Elo FIDE a tutti, nei tornei C ci sono pochi giocatori in possesso di tale Elo e se non sbaglio ci devono essere almeno 3 giocatori per poter fare delle variazioni valide.
    Il rischio ora è quello di allontanare tutti questi giocatori dai tornei perché obiettivamente vengono messi di fronte in una situazione paradossale dovendo scegliere:
    1) fare un torneo del proprio livello dove anche se vinci tutte le partite, il tuo livello sulla carta resta immutato.
    2) fare un torneo di un livello al di sopra delle proprie capacità dove probabilmente rischi di fare brutte figure (e perdere ancora qualche punto…;).
    La soluzione a questo problema potrebbe essere banale: LA FIDE POTREBBE DECIDERE DI TOGLIERE DEFINITIVAMENTE L’ELO NAZIONALE IN TUTTE LE NAZIONI AFFILIATE AD ESSA.
    Si gioca definitivamente con un unico Elo.
    Ultimamente mi è capitato di vedere un giocatore (assai scorretto) con Elo FIDE che non aveva più possibilità di andare a premi, saltare l’ultimo turno di un torneo perché accoppiato ad un giocatore con Elo Italia.
    Giocando anche per corrispondenza mi sembra di aver capito che L’ASIGC da quest’anno toglierà il proprio Elo riconoscendo solo quello ICCF anche nei propri tornei.
    Francesco, te che sei un arbitro di un certo livello, che ne pensi sul fatto di giocare con un unico Elo?

    • avatar
      fds 8 gennaio 2014 at 13:07

      Dal punto di vista della FIDE di fatto è già così.
      Essa riconosce solo il suo Elo e tutti quelli che non lo hanno sono unrated. Quindi i giocatori italiani con Elo Italia, quelli tedeschi con il punteggio DWZ, quelli inglesi con il punteggio ECF, e così via, quando incontrano un avversario con Elo FIDE dal punto di vista di quest’ultimo (punto di vista della FIDE) sono unrated e trattati come tali.

      Altro discorso, che mi sembra il tuo, è quello della necessità di avere un rating nazionale in parallelo a quello FIDE o alternativo come in Italia.
      Perché no?

      Un solo esempio. I tornei giovanili o quelli per i principianti generalmente sono gestiti con uno dei sistemi di abbinamento svizzero. Per realizzare gli abbinamenti quasi tutti questi sistemi sono tutti basati sul rating. Essi ne hanno bisogno per gli abbinamenti dei primi turni. Senza il rating non funzionerebbero.

      Altro discorso è il valore che si da al numeretto che accompagna il nostro nome nelle liste rating.
      Quando la FIDE lo introdusse aveva in mente i professionisti. Era una sorte di biglietto da visita per ottenere ingaggi e inviti. Poi, la politica della federazione mondiale è cambiata e nel corso dei decenni ha man mano deciso di estendere l’Elo a tutti. Di fatto ne ha cambiato la valenza.

      Se è stato un bene o un male, il dibattito è aperto 😉

      • avatar
        The dark side of the moon 8 gennaio 2014 at 21:27

        Estendere l’Elo FIDE a tutti sarebbe un bene ma è un male assoluto il modo in cui si cerca di farlo.
        Che senso ha avere un Elo FIDE di 1300-1400 punti col rischio di restare a vita sul quel livello?
        Visto che il K diventa definitivamente 10 quando si superano i 2400 punti, non sarebbe meglio mantenerlo a 30 fino ai 1800 punti per poi progressivamente ridurlo per non provocare inflazione?
        Un ragazzino che ha giocato un torneo al quale ho partecipato anche io, dopo quel torneo, ha preso un Elo FIDE di poco superiore ai 1300 punti!
        Quanti tornei dovrà fare quel ragazzino per salire ad un livello accettabile di punteggio?
        Tra qualche partita avrà tra l’altro il K15 e probabilmente perderà altri punti perchè sarà “costretto” a fare gli open B per fare le variazioni, tornei comunque per ora al di sopra della propria portata.
        Probabilmente questo tizio si stancherà e si dedicherà ad un altro sport dove avrà un minimo di gratificazione.
        Assurdo ❗

        • avatar
          Stefano 5 giugno 2014 at 14:24

          Totalmente d’accordo! 😥
          Chiederei all’AI Francesco che sicuramente è più addentro ai meccanismi e alle riunioni federeli se su questo argomento c’è sensibilità delle diverse Federazioni da portare all’evidenza della FIDE e se essa stessa stia ragionando in merito.
          Grazie e ciao a tutti

          • avatar
            fds 5 giugno 2014 at 20:08

            La FIDE ci ha ragionato :mrgreen: e proprio oggi ha partorito un paio di novità, con validità il 1° luglio.

            1) Per entrare in lista FIDE basteranno 5 partite con avversari rated, senza più tranche.

            2) I k cambiano così:
            K = 40 per un giocatore neo entrato in lista rating fino a che egli ha completato manifestazioni con almeno 30 partite.
            K = 20 fino a quando il rating di un giocatore rimane sotto 2400.
            K = 10 una volta che il rating pubblicato del giocatore raggiunge 2400, e successivamente rimane a questo valore, anche se il rating scende sotto 2400.
            K = 40 per tutti i giocatori fino al loro 18° compleanno, finché il loro rating rimane sotto 2400.

            • avatar
              Stefano 22 giugno 2014 at 23:40

              Grazie, interessante.

              1
            • avatar
              Stefano 22 giugno 2014 at 23:43

              Avrei un’altra domanda Francesco.

              Sarebbe possibile per un giocatere chiedere l’annullamento del proprio punteggio FIDE e ricominciare da capo il processo di ottenimento dell’Elo Fide?

              Grazie mille
              Stefano

              • avatar
                fds 23 giugno 2014 at 15:21

                No 🙂

              • avatar
                Mauro Celestini 13 luglio 2018 at 00:22

                Visto che sembra non sia consentito (attuale regolamento prevede che cosi’ si viene depennati e bisogna ripetere l’iter d’ingresso per nuovo ELO FIDE come se non lo si avesse mai avuto),

                questo pero’ puo’ diventare una istigazione a disputare tornei successivi perdendo deliberatamente per scendere sotto ELO 1000 ..

                Per me la cosa piu’ giusta era riconoscere almeno l’ELO ITALIA (o un elo unfixed equivalente e piu’ o meno rispondente all’effettivo valore) come base di partenza (come avvenne durante il passaggio da ELO ASIGC a ICCF).

                1
            • avatar
              Davide 13 giugno 2015 at 22:41

              Domanda: ma se io finisco le 30 partite in un torneo di 7 turni, ad esempio 3 turni li faccio con k 40 e gli altri 4 con k 20,come vengono calcolati i punti e la variazione ELO?

        • avatar
          Jas Fasola 5 giugno 2014 at 15:15

          Sembra assurdo, ma cosi’ adesso sono spuntati tornei mini-elo da tutte le parti 🙂

          • avatar
            fds 5 giugno 2014 at 21:14

            che significa mini-Elo?

            • avatar
              Jas Fasola 5 giugno 2014 at 21:39
              • avatar
                fds 5 giugno 2014 at 22:54

                7 turni in due giorni?
                Cadenza 50 minuti più 10 secondi a mossa?

                Per definire il tempo di riflessione la FIDE ammette che una partita dura 60 mosse.
                Quindi il tempo di riflessione calcolato per giocatore vale 1 ora, pari a 2 ore a partita.
                Ciò è ammesso dalla FIDE, ovviamente:

                Non si devono superare le 12 ore di gioco al giorno. Questo è calcolato basandosi su partite che durano 60 mosse, anche se le partite giocate con l’incremento possono durare di più

                Quando tutti i giocatori in un torneo hanno il rating inferiore a 1600, ogni giocatore deve avere un minimo di 60 minuti

                Da noi, Paese ricco :mrgreen: , vale (alla faccia della FIDE 😛 ):
                Una competizione individuale valida per l’acquisizione dei titoli e delle categorie e per le variazioni del punteggio di merito Elo Italia deve avere i seguenti requisiti:[…]avere un tempo di riflessione valido per le variazioni dell’Elo Fide, in base ai regolamenti tecnici FIDE, ma in ogni caso non inferiore a 2 ore per giocatore, riferite a 60 mosse nel caso di tempo di riflessione con
                incremento

                • avatar
                  Jas Fasola 5 giugno 2014 at 23:58

                  mini-elo, mini-giocatori,
                  son bambini di dieci anni…
                  eppoi l’Elo Italia da noi non e’ neanche riconosciuto 🙂

                • avatar
                  Jas Fasola 6 giugno 2014 at 00:06

                  mini-elo = inferiore a 1600 punti
                  Da 1600 a 2199 60 min. + 30 sec. 5 turni nel week-end.

  2. avatar
    Mongo 8 gennaio 2014 at 11:16

    Non conoscevo la norma che stabilisce a 1000 punti il valore minimo di possesso dell’Elo FIDE. Non si finisce mai di imparare… 😉

  3. avatar
    Luca Monti 8 gennaio 2014 at 20:25

    Utile. E’ l’aggettivo che trovo appropriato per definire questa rubrica di Francesco De Sio.
    Nelle precedenti puntate ho apprezzato l’idea di partire dall’esperienza personale dell’autore per illustrare i regolamenti applicabili ai singoli casi.
    Dissertare di regolamenti e norme senza che il lettore sopisca tra le braccia di Morfeo, è un merito indiscutibile.
    A mio parere Francesco De Sio, ci riesce appieno.

    • avatar
      fds 9 gennaio 2014 at 10:21

      ops:
      Grazie!

  4. avatar
    Guy 16 gennaio 2014 at 20:49

    Franco, grazie per questi utilissimi chiarimenti!

    Guardando ogni tanto su YouTube dei video di competizioni internazionali lampo non è raro vedere casi di giocatori anche celebri che per esempio catturano un pezzo avversario con due mani insieme, io sono ignorante perciò chiedo a te delucidazioni: il regolamento lo consente?? grazie

    • avatar
      fds 19 gennaio 2014 at 15:34

      Dal regolamento:
      4.1 Ogni mossa deve essere eseguita con una sola mano.

      Però il gioco blitz è particolare, nel senso che con tale cadenza accade di tutto e di più, che poco lega con le regole degli scacchi.
      Probabilmente negli episodi che citi gli arbitri sono stati tolleranti. Troppo direi.

  5. avatar
    Stefano 5 giugno 2014 at 14:36

    Vorrei chiedere Francesco una precisazione su un argomento già a volte trattato: varizione Elo Fide.
    Il caso è il seguente.
    Un giocatore con Elo Fide incontra un giocatore senza ELO CHE PERò HA GIà OTTUNUTO UNA TRANCHE in un torneo precedente e nello stesso torneo che sta giocando ora ottiene anche la seconda (e quindi alla fine del torneo sarò in possesso di Elo Fide con il successivo aggiornamneto dei punteggi): questa partita è considerata valida ai fini della variazione del suo Elo? Se sì che Elo verrebbe virtualmente attribuito al giocatore con tranche in attesa di rating, 1440 o quello stimato al momento della tranche?
    Diversi arbitri a cui ho osto questa domamda hanno risposto in modo diverso: per alcuni la variazione (del giocatore con rating) non avviene, per altri sì per effetto del fatto che il giocatore è “praticamente” già in possesso di un rating Fide di prossima pubblicazione.

    Questioni di lana caprina, mi scuso e so che si dorme lo stesso, ma in questo “sistema” ci siamo infilati da soli…
    Grazie e saluti
    Stefano 😀

    • avatar
      fds 5 giugno 2014 at 21:08

      Stefano chi? 🙂

      Cito il regolamento:
      Se un giocatore senza rating gioca un torneo nei giorni prima dell’aggiornamento della lista rating, ove sarà inserito per precedenti tornei, nel successivo aggiornamento su questo torneo avrà una variazione di rating in base a quello di entrata, ma i suoi avversari non avranno variazione

      • avatar
        fds 5 giugno 2014 at 21:13

        Rileggendomi, concludo che non sono stato preciso 🙁

        Se ha già completato l’iter per acquisire l’Elo FIDE in un precedente torneo, vale quanto ho citato.
        Se acquisirà il rating grazie a quanto fatto nel torneo in questione, è un unrated a tutti gli effetti, anche per i suoi avversari. Nessuna variazione per loro.

        • avatar
          Stefano 6 giugno 2014 at 00:49

          OK, Grazie mille.
          Chiarissimo

          Stefano Brisotto (da Milano)

  6. avatar
    Alfredo 22 luglio 2014 at 12:55

    Jas Fasola e fds, ma siete parenti? Perchè vi assomigliate

    • avatar
      fds 22 luglio 2014 at 14:20

      In effetti, in tanti mi hanno detto che somiglio (o lui somiglia a me 😉 ) a Mr. Bean, che è la traduzione inglese dell’originale Fasola :mrgreen:

  7. avatar
    alfredo 22 luglio 2014 at 15:00

    l’alfredo del post precedente NON SONO IO !!!

  8. avatar
    Roberto 8 giugno 2015 at 21:55

    Spero di essere nel post giusto per fare la mia domanda, altrimenti mi scuso sin da ora. Sono un giocatore amatoriale che perlopiù si è sempre dedicato al gioco online. Mi sono registrato al sito premiumchess (ex fsi arena) perché con l’account premium mi permette di avere l’ELO online validato ed inoltre mi hanno iscritto alla FIDE. Infatti ora sono presente nel rating fide, dove novità degli ultimi mesi, è apparso il punteggio del gioco online. Recentemente è uscito un bando per un torneo CRS a tavolino (non online) che è aperto ai soli tesserati FSI. Io vorrei partecipare ma non ho la tessera FSI, ho soltanto l’iscrizione alla FIDE fatta grazie all’account premium del sito sopra citato. Posso partecipare comunque? O devo tesserarmi FSI? Nel caso mi tesserassi FSI, il mio numero FIDE va comunicato? Se faccio la tessera FSI che succede al mio account FIDE già esistente? Sono due cose separate e quindi devo fare la tessera FSI per fare quel torneo a tavolino rapid (15 minuti) CRS? Posso fare tutta la mia carriera di giocatore a tavolino solo con l’iscrizione alla FIDE che ho già grazie all’account premium del sito al quale mi sono iscritto o devo passare comunque per la FSI? Ho una grande confusione in testa, spero possiate illuminarmi. Grazie per la risposta.

    • avatar
      Eulalia 9 giugno 2015 at 10:46

      Tutti i giocatori italiani e gli stranieri residenti in Italia per poter partecipare ad un torneo FSI a tavolino devono essere tesserati FSI.
      Per i tornei a cadenza Rapid e Blitz, per il CIS serie Promozione e per i Campionati Provinciali per la qualificazione al CIA è sufficiente la Tessera Ordinaria o anche la Ridotta (in caso di primo tesseramento), per tutti gli altri tornei è, invece, necessaria la Tessera Agonistica.
      Ci si può tesserare presso un Circolo affiliato o direttamente in sede di gioco, in quest’ultimo caso risulterà tesserato con il Circolo organizzatore del torneo.

  9. avatar
    enrico 21 settembre 2015 at 01:27

    ma quindi come si perde l’elo fide?

    • avatar
      fds 21 settembre 2015 at 10:58

      Chi scende con il rating internazionale sotto 1000 esce dalla lista FIDE e, mentre ripete la procedura d’acquisizione, sarà nuovamente inserito nella lista nazionale con 999.

  10. avatar
    Alessandro 25 gennaio 2016 at 15:02

    Buongiorno,
    Una volta entrato nella lista Fide,nelle prime 30 partite il giocatore avrà un “K” di 40 e successivamente di 20 …
    La FIDE parla di 30 partite da quando il giocatore entra nella lista FIDE quindi… nelle prime 30 partite vengono conteggiate anche quelle giocate nelle tranches e valide per conseguire l’ ELO ? (il giocatore con la prima tranches entra di fatto nella ista FIDE)

  11. avatar
    Carlo Vella 11 maggio 2016 at 13:32

    Sono un’arbitro ACN , nei Blitz FIDE quale Rating si inserisce nei giocatori senza Elo Blitz e senza Elo FIDE ? Grazie.

  12. avatar
    Roberto 6 luglio 2016 at 08:23

    Pio XI Trav. De Blasio 46

    • avatar
      Roberto 6 luglio 2016 at 08:31

      Buongiorno, ho notato che spesso in tornei normali (ma anche online) prende sempre più piede l’abbandono del torneo in caso di cattivo inizio del torneo, anche dopo pochi risultati. Trovo che ciò sia fortemente antisportivo oltre a falsare un po’ i risultati del torneo stesso. Si sta cercando una soluzione a ciò, per esempio introducendo una penalità o è tutto fermo?

  13. avatar
    francesco giammona 22 luglio 2016 at 20:09

    Quesito complicato: il mio bambino, Federico Giammona, di 9 anni, gioca a scacchi.
    Ai nazionali di Olbia si è presentato con ELO Italia 1476, cat. NC e due incontri con avversari dotati di ELO Fide all’attivo. Ad Olbia ha dapprima giocato quattro incontri contro avversari con ELO Italia, vincendoli tutti, poi, salito di tabellone, ha incontrato cinque avversari con ELO Fide, più forti, vincendo una partita, pattandone un’altra e perdendo le altre tre. A fine torneo si trova con ELO Italia 1485 e con ELO Fide 1304 (gli avversari con ELO Fide lo avevano particolarmente basso. Su Vesus, all’atto dell’iscrizione al Torneo di Erice, che inizierà il 29 luglio prossimo, si ritrova ancora con il vecchio ELO Italia di 1476 e non con l’ELO Fide già maturato e non ancora registrato (il mese non è ancora finito). A questo punto ad Erice, dove farà l’Open B, contro avversari che hanno tutti l’ELO Fide, su quale base avverranno le sue variazioni? Si farò riferimento al vecchio ELO Italia 1476 del mese scorso o al nuovo ELO Italia 1485 o all’ELO Fide 1304? Bel rompicapo, no? Grazie per la risposta e cordiali saluti, Franco Giammona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CLICCA QUI PER MOSTRARE LE FACCINE DA INSERIRE NEL COMMENTO

DISCLAIMER: I responsabili del blog cancelleranno immediatamente e di propria insindacabile iniziativa qualsiasi intervento che giudicheranno possa recare offesa a chiunque. Non sono tollerati gli attacchi personali, né le offese indirette rivolte a terzi. Oltre ai commenti offensivi, per non generare confusione, verranno cancellate anche le eventuali repliche. L'indirizzo IP del mittente, se necessario verrà segnalato alla Polizia Postale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torre & Cavallo - Scacco!

Nezhmetdinov – lezioni di fantasmagoria scacchistica dalle partite di un genio del gioco d’attacco

Porto Mannu R.H.

Porto Mannu Residence Hotel

Understanding the Sicilian

Sempre più vicino

A to Z Chess Tactics

Fabulous Fabiano

Azzurri in diretta

Azzurri in Diretta
Cosenza, CIA 2017

    • 29 novembre – 10 dicembre, h. 10:00
    • (Godena, David, Moroni, Stella, Valsecchi, Sonis, Brunello, Gilevych, Genocchio, Garcia Palermo, Dvirnyy)


Roma Città Aperta

    • 3 – 10 dicembre, h. 16:30
    • (Sibilio, Corvi, Landi, Pitzanti, Martorelli, Ferretti, etc.)

Gli ultimi commenti

Live rating

2700chess.com per tutti i dettagli

Chess book reviews

Le recensioni di SoloScacchi