Crea sito

Chess me out

Scritto da:  | 3 marzo 2016 | 8 Commenti | Categoria: Le Interviste, Zibaldone

Chess me out 1

Dodici giocatori di scacchi professionisti parlano della loro professione. Dagli inizi fino alle sensazioni durante un incontro, ecco le loro considerazioni intrecciate in dodici differenti capitoli. Questo documento vuole tracciare un ritratto di quell’affascinante gioco che è gli Scacchi.

auto playing auto muting video

Separatore

avatar Scritto da: Davide Fasolo (Qui gli altri suoi articoli)


8 Commenti a Chess me out

  1. avatar
    Roberto Messa 3 marzo 2016 at 18:29

    Molto interessante, me lo sto ascoltando con molto gusto (sono arrivato all’11esimo minuto). Si potrebbe avere dei riferimenti precisi su dove e quando sono state condotte le interviste? Arlandi, Paehtz, Genocchio, Aronian sono chiaramente alle Olimpiadi di Torino 2006, ma per Fabio Bruno, Alexandra Kosteniuk e Karpov non sono sicuro… forse a Frascati per la prima manifestazione internazionale (non ricordo l’anno…;)?

  2. avatar
    Giorgio Gozzi 3 marzo 2016 at 19:06

    Veramente bello
    Grazie
    Confermo per Messa che oltre a Torino le riprese sono di Frascati (l’ho letto nei titoli finali)
    Mi mancava anche il nome di uno dei 12. Non avevo assolutamente riconosciuto Aleksandar Wohl. Per fortuna alla fine c’è la carrellata dei protagonisti

  3. avatar
    The dark side of the moon 3 marzo 2016 at 20:35

    Bel lavoro, un plauso a Davide Fasolo 😉

  4. avatar
    fabrizio 4 marzo 2016 at 00:26

    Complimenti per il bel documento! E’ molto interessante e istruttivo sentire come tanti giocatori e giocatrici di livello interpretano e vivono gli scacchi. Bella l’affermazione di Bruno che il giocatore di scacchi è sia suonatore che compositore.
    Mi sembra però che nessuno, nonostante tutto, riesca a spiegare fino in fondo la “magia” del gioco, quella che affascina nell’intimo e profondamente tutti i veri appassionati.
    Ma forse pretendo troppo dalle parole (gli scacchi sono per loro natura ineffabili?).
    Scusate lo sproloquio.

  5. avatar
    paolo bagnoli 4 marzo 2016 at 17:38

    Credo che il “primo livello” di fascino del gioco nasca dalla forma stessa dei pezzi (ed è ovvio che la forma “Staunton” non è esclusiva, se al posto della Torre mettete un Elefante la faccenda non cambia), e forse colui che inizia a giocare subisce tale fascino. Poi arriva tutto il resto…..

    • avatar
      Ale 6 marzo 2016 at 19:05

      Completamente d’accordo! Il primo innamoramento avviene proprio per come sono fatti gli scacchi: gli alfieri, le torri… il legno dei pezzi, la scacchiera… tutto magico, incredibilmente meraviglioso!

  6. avatar
    Roberto Messa 5 marzo 2016 at 17:11

    Ha pochissimo a che vedere con il bel video di cui sopra, ma se volete scoprire in quale città europea l’accoglienza in un lussuoso quattro stelle – da 32 euro a notte – prevede come souvenir in camera non i soliti cioccolatini, ma una bella scacchiera in legno (e per rimediare all’assenza di asciugamani c’è sempre tempo!), vi consiglio gli articoli linkati qui sotto, con foto e commenti di quei due ineffabili giramondo che rispondono al nome di Cathy e Ian Rogers.
    Dimenticavo: in quella città si sta pure svolgendo un match di campionato mondiale.
    https://new.uschess.org/news/world-womens-champs-begins-in-lviv-hou-yifan-v-mariya-muzychuk/ and
    https://new.uschess.org/news/hou-leads-muzychuk-in-womens-world-champs/

  7. avatar
    DURRENMATT 6 marzo 2016 at 15:20

    …nella vita reale, spesso, i miei sentimenti non si accordano con la situazione.Se al ristorante il cibo è scotto,mi imbestialisco.Vorrei uccidere il cameriere.Ma non lo faccio.Mi limito a chiedergli gentilmente di portarsi via il mio piatto e di riportarmelo cotto in maniera adeguata.Passo i miei giorni a rendermi più piccolo,più accettabile.Ma va bene perchè quando sono davanti alla scacchiera posso sperimentare il mondo nel modo in cui lo sento…con indescrivibile rabbia,infinita tristezza e forte passione.Sulla scacchiera,posso uccidere il cameriere e ballare sulla sua tomba…gli scacchi e la vita non devono essere un tutt’uno… mi piace Genocchio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CLICCA QUI PER MOSTRARE LE FACCINE DA INSERIRE NEL COMMENTO

DISCLAIMER: I responsabili del blog cancelleranno immediatamente e di propria insindacabile iniziativa qualsiasi intervento che giudicheranno possa recare offesa a chiunque. Non sono tollerati gli attacchi personali, né le offese indirette rivolte a terzi. Oltre ai commenti offensivi, per non generare confusione, verranno cancellate anche le eventuali repliche. L'indirizzo IP del mittente, se necessario verrà segnalato alla Polizia Postale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torre & Cavallo - Scacco!

Nezhmetdinov – lezioni di fantasmagoria scacchistica dalle partite di un genio del gioco d’attacco

Porto Mannu R.H.

Porto Mannu Residence Hotel

Understanding the Sicilian

Sempre più vicino

A to Z Chess Tactics

Fabulous Fabiano

Azzurri in diretta

Azzurri in Diretta
Cosenza, CIA 2017

    • 29 novembre – 10 dicembre, h. 10:00
    • (Godena, David, Moroni, Stella, Valsecchi, Sonis, Brunello, Gilevych, Genocchio, Garcia Palermo, Dvirnyy)


Roma Città Aperta

    • 3 – 10 dicembre, h. 16:30
    • (Sibilio, Corvi, Landi, Pitzanti, Martorelli, Ferretti, etc.)

Gli ultimi commenti

Live rating

2700chess.com per tutti i dettagli

Chess book reviews

Le recensioni di SoloScacchi