Crea sito

Una strana posizione

Scritto da:  | 7 aprile 2016 | 11 Commenti | Categoria: Spigolature

Posizione strana 03Posizione stranissima, qualche giorno addietro, quella che mi è capitato di incontrare in un torneo. Michela ha il bianco contro il vincitore della manifestazione, ed un pezzo di vantaggio. Ma è impossibile lo sviluppo dei due pezzi. Il bianco ha finito per perdere. Dato che il motore tergiversa su una sostanziale parità, ma non indica un piano preciso, mi chiedo quale sia la linea di gioco migliore.

Posizione strana 01

avatar Scritto da: cserica (Qui gli altri suoi articoli)


11 Commenti a Una strana posizione

  1. avatar
    lordste 7 aprile 2016 at 14:34

    la domanda è: c’è un piano di gioco “migliore”?
    A me sembra una specie di “reciproco zugzwang”. Mi spiego: il Nero deve ovviamente tenere la torre ferma per impedire Rd2 che libera il bianco. E progressi non so come possa farne: l’unico piano (avvicinamento con il re a est) ha il problema che non appena il re mette piede su casa nera (anche solo per catturare h2), lascia al bianco la possibilità di muovere l’A con scacco.
    Il bianco da pare sua non può muovere nulla se non Re2-Re3-Re4 (deve tenere sempre la possibilità di attaccare il P nero con Rd2 o Rd3 se la T lascia la colonna). L’unico piano alternativo sembra a4-Ta3 e sulla presa dell’A giocare Rd2, ma dopo Tf2 nera si perdono tutti i PP a est e mi sembra perdente. Conclusione: nessuno sembra poter forzare!




    0
    • avatar
      lordste 7 aprile 2016 at 14:36

      errata corrige: sull’ultima frase intendo Tf1-Tf2 nera
      (variante: 1.a4 Re6 2.Ta3 Txc1 3.Rd2 Tf1 4.Rxc2 Txf2+ e cade anche f3 o h2)




      0
    • avatar
      fabrizio 7 aprile 2016 at 15:28

      Ho l’impressione che il bianco non possa limitarsi ad attendere gli eventi oscillando con il re tra e2 ed e3; il nero può migliorare la sua posizione avanzando i pedoni del lato di donna, con b5-a5-b4-a4, fino a spingere in b3, consolidando il pedone c2 e liberando parzialmente la torre. A seconda della reazione del bianco (presa in b3 o no), migliorerà la posizione del re portandolo sul lato di re o sul lato di donna. Insomma mi sembra che, con difesa passiva del bianco, il nero dovrebbe vincere.
      Se il bianco tenta invece di svincolare la torre subito, giocando a4 e Ta3, il nero guadagna l’alfiere, con la possibilità di entrare in un finale superiore e probabilmente vincente (ma su questa ipotesi c’è senz’altro molto da approfondire).
      In definitiva mi sembra che il nero, nonostante il pezzo in meno, sia preferibile.




      0
      • avatar
        Roberto Messa 7 aprile 2016 at 21:44

        Anch’io ho l’impressione il Nero abbia un piano vincente, che consiste appunto nell’avanzare i pedoni sul lato di Donna, avendo l’accortezza di concedere al Bianco solo finali di Torre perdenti, quando a un certo punto decidesse di cedere l’Alfiere per attivare la sua Torre. Credo che la minaccia più forte non sia quella (forse già più che sufficiente) di consolidare il pedone c2 per potersi dedicare ad altro, ma di sfondare decisamente con un qualche sacrificio di pedone. Faccio solo un esempio nel caso il Bianco resti fermo (giocando Re2, Re3, Re2…;): con i suoi pedoni in a4, b4 e c4 il Nero spinge in b3; dopodiché il Bianco non può chiudere con a2-a3 altrimenti il sacrificio c4-c3 vince subito, quindi è obbligata a2xb3 dopodiché a4xb3 introduce la minaccia decisiva c4-c3. Perché questo piano abbia la massima efficacia, sarà meglio portare prima il Re nero dove non può prendere scacchi, un buon rifugio sembra essere in h7 (dopo aver spinto il pedone h). Per evitare questo piano, mi sembra che il Bianco debba avanzare almeno uno dei pedoni (a2 o b2), ma a occhio non mi sembra facile impedire uno sfondamento decisivo, anche se il “contatto” tra i 3 pedoni neri contro i 2 bianchi si sposta più in alto.
        In definitiva mi sembra una posizione fantastica per dimostrare che a volte il computer ha bisogno come minimo di un “suggeritore” umano per venirne a capo. Se qualcuno ci vuole provare…




        0
    • avatar
      Roberto Messa 8 aprile 2016 at 07:35

      Ripensandoci, anche il piano di portare il Re ad Est sembra buono (lasciando fermi i pedoni a7, b7, c7). Dopo Re6-f7-g6-h5 si può proseguire con Rh4 perché se Ag5+, Rxg5, Txd1, cxd1=D, Rxd1, Rf4 il finale di pedoni è facilmente vinto. Se il Bianco cerca di prevenirlo con h4-h5, il Nero si crea un pedone libero sulla ‘h’. Esempio: 1… Re6 2. h4 Rf5 3. h5 g6 e quindi 4. hxg6 Rxg6 oppure 4. h6 g5, seguita da Rg6 e Rxh6




      0
      • avatar
        lordste 8 aprile 2016 at 16:08

        Roberto, il piano del re a est non è così buono perchè il Bianco ovviamente non dà scacco subito con il re in h4 ma aspetta che catturi h2… Per il resto probabilmente l’idea di spingere a Ovest è l’unico tentativo pratico per vincere per il nero. Fermo restando che IMHO il bianco qui non ha niente di concreto da fare. Bisogna vedere se però il B può approfittare delle spinte a ovest per entrare in un finale di torri più giocabile




        0
        • avatar
          Roberto Messa 8 aprile 2016 at 17:59

          Credo che il Bianco perda anche aspettando la cattura in h2. Basta che il Nero si premunisca.
          Intravedo questi step:
          1) arrivo col Re in h3
          2) spingo da h7 ad h4, e da c7 a c6 (per evitare di lasciarlo poi sotto il tiro dell’Alfiere in f4)
          3) gioco Rh3-g2, quindi h4-h3, quindi finalmente Rxh2
          4) su Af4+ segue: Rg2, Txd1, cxd1=D, Rxd1, Rxf2! e mi sembra che il Nero vinca facile proseguendo con Rxf3, Rg2, h3-h2 (o anche g7-g5!?)




          0
          • avatar
            lordste 8 aprile 2016 at 18:07

            yup, vero, sembra funzionare. Rimane da capire se il B può far qualcosa per “approfittare” del re nero lontano ma pare di no. Si capisce anche xche i motori non “vedano”, è un piano a lunghissimo raggio e tutti i limiti degli “orizzonti” motoristici vengono fuori




            0
            • avatar
              Roberto Messa 8 aprile 2016 at 19:23

              Al contrario per noi è molto più facile pianificare quando possiamo ipotizzare che l’avversario stia fermo ad aspettare (e in questo caso sembra che il Nero possa concedersi questo lusso). Naturalmente in partita controlleremmo l’esecuzione mossa dopo mossa, perché il Bianco potrebbe aspettarci al varco con qualche trappola liberatoria.




              0
  2. avatar
    The dark side of the moon 8 aprile 2016 at 15:45

    Se il pc dà circa la parità nonostante un pezzo in meno del nero…, il nero dovrebbe vincere! 😉
    In effetti sembra che mentre il bianco non abbia messun piano (se cede il pezzo in più gioca un finale di Torri perdente), il nero potrebbe decidere tra i due piani illustrati da Roberto.
    Questo in teoria, per le varianti precise da giocare passo la palla… l’idea comunque è chiara.
    Penso che se la posizione viene fatta giocare a tavolino tra due forti giocatori (over 2500 per esempio), chi ha il nero ha circa 4 possibilità su 5 di vincere, e 1 su 5 di patta.




    0
  3. avatar
    Roberto Messa 9 aprile 2016 at 10:19

    La parola alla difesa!

    Vostro Onore, dopo aver pazientemente ascoltato i fantasiosi teoremi del Pubblico Ministero, che vorrebbe vedere il Bianco condannato a morte per due volte, prima sul lato di Donna e poi sul lato di Re, faccio sommessamente notare che – se avesse il tratto – il Bianco potrebbe giocare 1. a4 e – qualora il Re nero si dirigesse sul lato di Re – spingere f3-f4 per poter, su Rh3, replicare prontamente Ta3+. In tal caso chiediamo la pena ridotta a un finale di Torri con le attenuanti generiche.

    P.S.
    Se il tratto fosse al Nero, la mossa più forte sembra essere 1… b5 perché in caso di 2. a4 b4! si ha la pena capitale in 4 o 5 mosse, dopo c7-c5-c4 (su qualsiasi mossa del Bianco, inclusa l’eventuale b2-b3) creando forzatamente un altro pedone libero nero sulla colonna ‘b’.
    Inoltre l’astuzia difensiva del nostro aspirante Perry Mason cozza contro un possibile zugzwang: ipotizzando il Re nero in h4 e il pedone bianco in f4, il Nero ha tutte le spinte di pedone che vuole per costringere il Re bianco a ostruire la terza traversa con Re3 o Rf3.
    Per amor di verità bisogna aggiungere che un’improbabile strategia difensiva sarebbe pure f3-f4 e poi Rf3-g2 ma credo che anche così nessun giudice manderebbe il Bianco assolto.




    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CLICCA QUI PER MOSTRARE LE FACCINE DA INSERIRE NEL COMMENTO

DISCLAIMER: I responsabili del blog cancelleranno immediatamente e di propria insindacabile iniziativa qualsiasi intervento che giudicheranno possa recare offesa a chiunque. Non sono tollerati gli attacchi personali, né le offese indirette rivolte a terzi. Oltre ai commenti offensivi, per non generare confusione, verranno cancellate anche le eventuali repliche. L'indirizzo IP del mittente, se necessario verrà segnalato alla Polizia Postale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torre & Cavallo - Scacco!

Nezhmetdinov – lezioni di fantasmagoria scacchistica dalle partite di un genio del gioco d’attacco

Porto Mannu R.H.

Porto Mannu Residence Hotel

Understanding the Sicilian

Sempre più vicino

A to Z Chess Tactics

Fabulous Fabiano

Azzurri in diretta

Azzurri in Diretta
Cosenza, CIA 2017

    • 29 novembre – 10 dicembre, h. 10:00
    • (Godena, David, Moroni, Stella, Valsecchi, Sonis, Brunello, Gilevych, Genocchio, Garcia Palermo, Dvirnyy)


Roma Città Aperta

    • 3 – 10 dicembre, h. 16:30
    • (Sibilio, Corvi, Landi, Pitzanti, Martorelli, Ferretti, etc.)

Gli ultimi commenti

Live rating

2700chess.com per tutti i dettagli

Chess book reviews

Le recensioni di SoloScacchi