Crea sito

Eroi semidimenticati: Sándor Takács

Scritto da:  | 22 marzo 2018 | 2 Commenti | Categoria: C'era una volta, Personaggi, Stranieri

Non si conoscono i motivi per i quali Karoly Sydlauer abbia voluto, ad un certo punto della sua gioventù, cambiare il proprio nome in Sándor Takács; resta il fatto che, per quanto riguarda gli scacchi, è con questo secondo nome che viene ricordato.
Nasce nella città ungherese di Miskolc il 10 febbraio 1893, riporta una grave ferita nel corso della Prima Guerra Mondiale, ma ciò non gli impedisce di accumulare una discreta fortuna grazie alla quale potrà dedicarsi ai suoi passatempi preferiti: scacchi, biliardo e bridge. Quando, nel 1920, verrà firmato il Trattato del Trianon in base al quale lo sconfitto impero austro-ungarico verrà smembrato e l’Ungheria verrà percorsa da frequenti sconvolgimenti politici, il Nostro si fa scivolare addosso tutto questo e nel 1922 esordisce a Vienna con un modesto 4 su 14 che lo piazza al 13° posto nel torneo vinto da Rubinstein.

Rogaska Slatina, 1929 (Takacs è il secondo seduto da destra, Canal il secondo seduto da sinistra)

Due anni dopo è sesto a Merano (7/13) e nel 1925, a Budapest, è primo, lasciandosi alle spalle Lajos Steiner. Nel 1926, sempre a Budapest, si gioca un torneo patrocinato dalla neonata FIDE; vincono Gruenfeld e Monticelli e Takacs è terzo, mentre nel ’27 è ottavo a Vienna e quinto a Kecskémet. Nel 1928 divide il primo posto con Gruenfeld al Trebitsch Memorial di Vienna. A fine anno è ad Hastings, dove divide il primo posto con Colle e Marshall con 6 su 9.

Nel 1929 è terzo a Rogaska Slatina (10/15) nel torneo vinto da Rubinstein, che viene battuto da Takacs nel loro incontro individuale, ed a fine anno è nuovamente ad Hastings dove si piazza al quarto posto. Nel ’30 è secondo al Quadrangolare di Rotterdam vinto da Tartakower, secondo ad Anversa alle spalle di Flohr, e viene schierato in seconda scacchiera all’Olimpiade di Amburgo (+6 =5 -3) vincendo l’argento di squadra.

Si è perdutamente innamorato di una donna, ma la cosa finisce in malo modo e lui tenta il suicidio sparandosi un colpo di pistola al petto. Sopravvive, inzia a scialacquare denaro, si sposta a Vienna dove perde quel poco che gli rimane ed è troppo orgoglioso per chiedere aiuto ad amici o parenti. Torna in Belgio, ad Anversa, non si sa per quale motivo o con quali speranze, ma la sua vita si trasforma in una lenta agonia. Muore di stenti ad Anversa il 22 aprile 1932.

Amburgo 1930, la squadra ungherese medaglia d’argento, da sinistra: Vajda, E. Steiner, Maroczy, Havasi e Tacaks

avatar Scritto da: Paolo Bagnoli (Qui gli altri suoi articoli)


2 Commenti a Eroi semidimenticati: Sándor Takács

  1. avatar
    Fabio Lotti 23 marzo 2018 at 09:45

    Una fine assai triste che ci fa ricordare quanto sia complicata la vita.

    1
  2. avatar
    Fabio Lotti 1 aprile 2018 at 09:21

    Per tutti gli amici scacchisti-giallisti come te sono uscite le letture di aprile http://theblogaroundthecorner.it/
    Buona Pasqua!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CLICCA QUI PER MOSTRARE LE FACCINE DA INSERIRE NEL COMMENTO

DISCLAIMER: I responsabili del blog cancelleranno immediatamente e di propria insindacabile iniziativa qualsiasi intervento che giudicheranno possa recare offesa a chiunque. Non sono tollerati gli attacchi personali, né le offese indirette rivolte a terzi. Oltre ai commenti offensivi, per non generare confusione, verranno cancellate anche le eventuali repliche. L'indirizzo IP del mittente, se necessario verrà segnalato alla Polizia Postale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torre & Cavallo - Scacco!

Nezhmetdinov – lezioni di fantasmagoria scacchistica dalle partite di un genio del gioco d’attacco

Porto Mannu R.H.

Porto Mannu Residence Hotel

Understanding the Sicilian

Sempre più vicino

A to Z Chess Tactics

Fabulous Fabiano

Azzurri in diretta

Azzurri in Diretta
Cosenza, CIA 2017

    • 29 novembre – 10 dicembre, h. 10:00
    • (Godena, David, Moroni, Stella, Valsecchi, Sonis, Brunello, Gilevych, Genocchio, Garcia Palermo, Dvirnyy)


Roma Città Aperta

    • 3 – 10 dicembre, h. 16:30
    • (Sibilio, Corvi, Landi, Pitzanti, Martorelli, Ferretti, etc.)

Gli ultimi commenti

Live rating

2700chess.com per tutti i dettagli

Chess book reviews

Le recensioni di SoloScacchi