Crea sito

In Emilia passando per Reggio

Scritto da:  | 3 giugno 2018 | 10 Commenti | Categoria: C'era una volta, Personaggi, Stranieri

Ancora affranto dal lutto familiare che lo colpì nel giugno dello stesso anno con la morte della moglie Anna Klupacs, Esteban Canal partecipò alla edizione del torneo di Capodanno, andando incontro ad un risultato non certo memorabile. Esistono due documenti indirizzati ad Enrico Paoli dove egli ricorda il triste evento.

Cocquio, 18 novembre 1965
Caro amico Paoli,
solo oggi vedo la tua gentile del 9 corrente e sono lieto di accettare l’invito al torneo reggiano. Farò di tutto per non deluderti, sebbene il mio spirito è tuttora sconvolto dalla morte della mia adorata compagna di gioie e dolori.
Quindi arrivederci, carissimo, e cordiali saluti.
Esteban Canal

Vedremo ora la classifica finale e i formulari del torneo. A questi ultimi manca quello della partita pareggiata con il polacco Waldemar Jagodzsinki. Nell’esposizione dei documenti verrà rispettato l’ordine cronologico nel quale si succedettero.

Esordio proprio con il polacco e poi al secondo turno vittoria con Tullio Trincardi.

Poi arrivò la prima sconfitta con Ujtelky.

A seguire la vittoria con l’ultimo classificato Wagner. E qui vediamo Canal proporre una sequenza iniziale a lui molto cara negli anni sessanta quando di Nero cioè: 1 e4 e6 2 d4 c5 con possibili rientri in diverse partite.

Per il giorno di San Silvestro come avversario un suo estimatore e, prima ancora, cara persona: Pierluigi Beggi.

Beh, l’anno nuovo si aprì con il botto. Di questa partita argomentammo già in passato qui.

Ancora un pareggio con lo jugoslavo Rabar, unico imbattuto della gara.

La combattuta partita che segue, con il terzo classificato, l’ungherese Szilagyi, forse azzerò le residue energie nervose di Canal. Il finale del torneo non fu all’altezza delle aspettative, tant’è che il o su 4 conclusivo si commenta da solo. Anche io fui incuriosito dall’accaduto al punto che non trovai di meglio che chiedere a Stuart Wagman cosa accadde di preciso. Nel finale del racconto leggeremo una sua memoria in merito che potrebbe aiutarci a capire.

Poi arrivò la sconfitta con Tatai.

Volendo essere spiritosi a tutti i costi potremmo affermare che la vittoria del GM Bruno Parma, oltre che per l’indiscutibile suo valore fu facilitata dall’aver giocato …in casa, nella amichevole cinta emiliana!

Le due partite finali di Canal, davvero bruttine, trovano forse una spiegazione nei ricordi di Wagman datati 2003.

Della prossima testimonianza mi duole presentarne solo il testo, avendo invece avuto tra le mani, più e più volte (ne sono certo), il quadernetto con le minute di Canal che ora non trovo più. Lo riprendo così come è stato presentato da Alvise Zichichi nel suo ottimo lavoro.

Cocquio, 24 gennaio 1966
Caro Paoli,
ho tardato tanto perché ero malato a letto con forte febbre. Cosa questo significhi per chi vive solo come un cane in una casa isolata, puoi ben capire. Certo non sempre il mio umore da capestro riesce a sopraffare la tristezza che ho nell’anima. La ferita alla testa mi da ancora noie e vertigini. L’altro giorno un cane lupo, che di solito mi fa festa quando passo davanti a casa sua, mi ha morsicato con furia, forse per punirmi del cattivo torneo.
Fa molto freddo, i tubi sono gelati, devo andare a prendere secchi d’acqua alla fontana non vicina, scivolando sulla neve dura. Spesso vorrei esclamare : “Padre mio perché mi hai abbandonato?” Bene, ridiamoci su! Però prima di chiudere vorrei esprimerti la mia ammirazione per i tornei che con tanta passione sai organizzare. E’ un regalo culturale che non so se l’Italia o Reggio Emilia sappiano apprezzare a sufficienza, ma che ad ogni modo ti assicura la simpatia commossa di tutti i sognatori. Faccio spesso il pagliaccio, mai l’adulatore, capisci? Cordiali saluti
Esteban Canal

Regalo culturale e sognatori; erano proprio altri tempi ed altre persone.
Come sempre grazie a Redazione ed amici lettori.

avatar Scritto da: Luca Monti (Qui gli altri suoi articoli)


10 Commenti a In Emilia passando per Reggio

  1. avatar
    The dark side of the moon 3 giugno 2018 at 14:07

    Mi dispiace deluderti Luca ma ho finito gli aggettivi per elogiare i tuoi preziosi lavori su Canal =))

    2
  2. avatar
    Fabio Lotti 3 giugno 2018 at 15:25

    Un saluto al grande appassionato ed esperto di Canal.

  3. avatar
    Icilio Zoppas 3 giugno 2018 at 16:27

    Veramente toccante la lettera a Paoli che chiude il bell’articolo: non sapevo fosse così difficile la condizione di vita del Maestro.
    Questo lo accomuna purtroppo a tanto altri grandi del passato lontano o recente: basti pensare alla fine “vagabonda” di Lombardy qualche mese fa.

    1
    • avatar
      Luigi O. 3 giugno 2018 at 18:26

      Sì, anch’io a legger quella lettera ho avuto una stretta al cuore.

      1
      • avatar
        alfredo 22 giugno 2018 at 08:24

        Non solo
        anche Smyslov ( smyslov !!!) mori’ in pratica in miseria )
        e anche quando mori’Pachman un giornale tedesco pubblco un articolo in cui descriveva gli ultimi anni di vita del GM ex ceco .
        mi dinomandoanche adesso come facciano a sopravvivere MI slavi o GM russi di fascia meno medio – bassa
        Esternazioni sulle condizioni economiche in cui sono costretti a vivere GM sono espresse dai post di FB del GM Bogdan Lalic , ai suoi tempi numero 1 croato
        E viste le mie origini Forza vroazia ai mondiali!

  4. avatar
    Mongo 3 giugno 2018 at 23:48

    … Ed a proposito de torneo di Reggio Emilia, non se ne sa ancora alcunché? :p
    Bello e toccante questo articolo del nostro Luca. ;)

    1
    • avatar
      alfredo 18 giugno 2018 at 21:30

      senza Paoli il torneo di Reggio Emilia ha perso la sua anima , ahimè .
      e come un segno del destino il penultimo vincitore ci ha lasciato a soli 26 anni
      ah come aspettavo e quale gioia mi prendeva quando arrivava il bolettino del torneo battuta a macchina e poi ciclostilato da Paoli

  5. avatar
    fabrizio 4 giugno 2018 at 12:48

    Ancora calorosi grazie a Luca per questi suoi lavori di ricerca, che ci offrono anche commoventi testimonianze su una grande persona!!

    1
  6. avatar
    alfredo 18 giugno 2018 at 21:29

    Davvero Luca Monti
    regalaci il libro DEFINITIVO su Esteban

  7. avatar
    alfredo 18 giugno 2018 at 21:32

    Ricordo bene quella casa isolata … anni fa la casa vicina fu teatro di un tristissimo fatto di cronaca .
    e ricordo ancora l’orgoglio con cui misi la busta con un mio piccolo aiuto pe Canal, avendomi scritto Paoli che si trovava davvero in cattive acque e che mangiava pane e latte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CLICCA QUI PER MOSTRARE LE FACCINE DA INSERIRE NEL COMMENTO

DISCLAIMER: I responsabili del blog cancelleranno immediatamente e di propria insindacabile iniziativa qualsiasi intervento che giudicheranno possa recare offesa a chiunque. Non sono tollerati gli attacchi personali, né le offese indirette rivolte a terzi. Oltre ai commenti offensivi, per non generare confusione, verranno cancellate anche le eventuali repliche. L'indirizzo IP del mittente, se necessario verrà segnalato alla Polizia Postale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torre & Cavallo - Scacco!

Nezhmetdinov – lezioni di fantasmagoria scacchistica dalle partite di un genio del gioco d’attacco

Porto Mannu R.H.

Porto Mannu Residence Hotel

Understanding the Sicilian

Sempre più vicino

A to Z Chess Tactics

Fabulous Fabiano

Azzurri in diretta

Azzurri in Diretta
Cosenza, CIA 2017

    • 29 novembre – 10 dicembre, h. 10:00
    • (Godena, David, Moroni, Stella, Valsecchi, Sonis, Brunello, Gilevych, Genocchio, Garcia Palermo, Dvirnyy)


Roma Città Aperta

    • 3 – 10 dicembre, h. 16:30
    • (Sibilio, Corvi, Landi, Pitzanti, Martorelli, Ferretti, etc.)

Gli ultimi commenti

Live rating

2700chess.com per tutti i dettagli

Chess book reviews

Le recensioni di SoloScacchi