Crea sito

Compreso da pochi

Scritto da:  | 28 novembre 2017 | 2 Commenti | Categoria: Racconti

Il pedone in f2, bisogna dire la verità, si era sempre sentito un privilegiato.
Certo aveva lottato per raggiungere quella posizione, consigliato dalla mamma, donna carica di età e di esperienza.
“Jean tienti sempre vicino al Re: è il posto più sicuro in battaglia!”.
Come era vero: mentre lui giaceva sull’erbetta freschissima disseminata di minuti fiori azzurri, gli altri diguazzavano nel fango.
Il campo era vasto sì ma cambiava in pochi passi. Dal bel prato si trapassava in un bosco fittissimo che cresceva in una nera palude nebbiosa: da lì provenivano lontani echi di battaglia ed aveva sentito dire dagli altri pedoni che spesso si veniva inghiottiti dalle sabbie mobili.
Mille pericoli incombevano, si poteva essere calpestati o trafitti in ogni istante e la sola speranza di salvezza era un fido compagno a sostenerti alle spalle o un Re che ti aveva caro.
E lui lo aveva ma, si sa, tutto cambia e così un bel giorno…
“Il pedone in f2 avanzi di due passi” ordinò perentoriamente il Re.
Terrore, terrore puro! Il povero Jean rimase un attimo incredulo: cosa aveva fatto mai per essere offerto in gambetto?
Il suo re era sempre stato un grande stratega, non era aduso a queste follie! Da dove veniva il colpo?
Osservò le loro maestà e vide la Regina che lo fissava con uno sguardo tranquillo ed innocente.
Lei, era stata lei, diceva sempre che si annoiava con quel Re che non era più romantico come ai bei tempi.
“Jean avanza senza indugio, non perdere tempo!” tuonò il Re.
A quelle parole tutti i pedoni, con maschie risate e dandosi grandi pacche sulle spalle, si precipitarono sugli spalti per godere dello spettacolo.
Il povero f2 avanzava in campo aperto con la misera protezione di un elmo di latta, armato di un ridicolo stiletto.
“Non devo tremare, il Re nero è un sovrano assennato, di una certa età: non si lancerà in una tenzone ridicola completamente sorpassata dalla teoria.” si disse il nostro eroe guardano speranzoso il campo nemico.
Su di un’altissima torre, sola, vide la Donna nera: il suo sguardo smeraldino sembrava gelido ma lui lo sentiva indugiare, bramoso, sulla sua testa. Una volta, durante una remotissima licenza, aveva visitato una grande città del reame: c’era una festa solenne e si offriva un Alfiere prigioniero ad una tigre reale che aveva proprio quello sguardo.
Cosa sarebbe accaduto?
Le due Regine si fissavano ora con oltraggiosa sicurezza: ognuna era convinta che il suo signore avrebbe dato degno spettacolo ingaggiando battaglia intorno alle sue spoglie miserande. Il Re nero che stava gustando una bella coppa di vino rosso si accigliò per un attimo: ecco che si avvicinava un’altra orrenda strage, possibile che non si potesse mai, dico mai, giocare a dadi in santa pace?
Se perdi a dadi la colpa è del destino!
Esasperato fu sul punto di accettare, ma vide la sua Regina già pronta a saltare a cavallo e così volle di nuovo deluderla e rifiutò.
Sotto lo sguardo severo del suo sovrano che aveva molto a cuore persino la dignità nobiliare dell’avversario, l’esercito bianco si abbandonò a selvaggi schiamazzi ed ai più offensivi commenti.
Solo Jean pensò che i migliori non sono mai compresi.

avatar Scritto da: Patrizia Milani (Qui gli altri suoi articoli)


2 Commenti a Compreso da pochi

  1. avatar
    fabrizio 29 novembre 2017 at 12:42

    Grazie per questo racconto, delizioso, “pacifista” e “disimpegnato”! E forse, in taluni casi, è meglio potersela prendere col destino che con sé stessi! :p

    2
  2. avatar
    Martin 2 dicembre 2017 at 10:09

    Grazie, Patrizia, per questo bellissimo racconto… pochi ma sicuramente buoni e sinceri… ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CLICCA QUI PER MOSTRARE LE FACCINE DA INSERIRE NEL COMMENTO

DISCLAIMER: I responsabili del blog cancelleranno immediatamente e di propria insindacabile iniziativa qualsiasi intervento che giudicheranno possa recare offesa a chiunque. Non sono tollerati gli attacchi personali, né le offese indirette rivolte a terzi. Oltre ai commenti offensivi, per non generare confusione, verranno cancellate anche le eventuali repliche. L'indirizzo IP del mittente, se necessario verrà segnalato alla Polizia Postale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torre & Cavallo - Scacco!

Nezhmetdinov – lezioni di fantasmagoria scacchistica dalle partite di un genio del gioco d’attacco

Porto Mannu R.H.

Porto Mannu Residence Hotel

Understanding the Sicilian

Sempre più vicino

A to Z Chess Tactics

Fabulous Fabiano

Azzurri in diretta

Azzurri in Diretta
Cosenza, CIA 2017

    • 29 novembre – 10 dicembre, h. 10:00
    • (Godena, David, Moroni, Stella, Valsecchi, Sonis, Brunello, Gilevych, Genocchio, Garcia Palermo, Dvirnyy)


Roma Città Aperta

    • 3 – 10 dicembre, h. 16:30
    • (Sibilio, Corvi, Landi, Pitzanti, Martorelli, Ferretti, etc.)

Gli ultimi commenti

Live rating

2700chess.com per tutti i dettagli

Chess book reviews

Le recensioni di SoloScacchi