Crea sito

Nelle sue dita l’anima russa

Scritto da:  | 18 Giugno 2020 | 8 Commenti | Categoria: Personaggi, Stranieri

“Sono un compositore russo, e la mia patria ha impresso un marchio sul mio carattere e le mie opinioni. La mia musica è il frutto del mio carattere, e per questo è musica russa.
Dopo aver lasciato la Russia ho perso il desiderio di comporre”.
Sergej Rachmaninov

Il destino riservò a Rachmaninov il successo e l’esilio. Mentre Lenin affondava la nave della Russia zarista, il piccolo Serezha aveva appena cominciato a premere il pedale del piano, adorno di candelabri. La sua natura poetica maturava lentamente nelle profondità della campagna russa finchè nel 1917 non abbandonò per sempre la Russia, fuggendo in Occidente sotto il fragore dei campanili fatti esplodere dai bolscevichi. A lui si apre la prospettiva di una nuova vita nel Nuovo Mondo che lo renderà famoso e infelice.
Rachmaninov privò la musica russa della sua verginità, violandola con le sue lunghe dita, che ripercorrevano i solchi già tracciati dall’accademismo provinciale e la lanciò, all’inizio del XX secolo, senza remore, verso l’ascolto e il consumo di massa. Divenne un messia del genere musicale leggero, contaminandolo con tutta la potenza del pianoforte, trasformando in eterno l’immagine dei cultori di musica classica così come i Beatles avevano rivoluzionato l’immagine degli appassionati di musica leggera. Fu il primo compositore russo ad accumulare una fortuna, grazie ai proventi delle proprie incisioni.
Fino alla fine della sua vita di esule negli Stati Uniti (scomparve il 28 marzo 1943) restò un incorreggibile romantico. Dopo aver auscultato il motore dell’ennesima auto da corsa, Rachmaninov sfrecciava sulle autostrade californiane, togliendo le mani dal volante solo per asciugarsi le lacrime che gli rigavano il volto, al ricordo delle amate betulle russe. Non poté mai perdonare al destino di averlo strappato alla sua patria, alle spensierate giornate estive nella sua tenuta nei sobborghi di Mosca, ai samovar, ai cani da caccia e alle simpatiche istitutrici dell’Istituto per nobili fanciulle con le quali eseguiva le scale cromatiche.

avatar Scritto da: Olga Petukhova (Qui gli altri suoi articoli)

Owner and founder di Del gruppo FB "Cultura Italia-Russia"


8 Commenti a Nelle sue dita l’anima russa

  1. avatar
    Fabio Lotti 18 Giugno 2020 at 09:03

    Non si finisce mai di imparare…

  2. avatar
    Uomo delle valli 18 Giugno 2020 at 09:37

    Stupendo, grazie tantissime!

    1
  3. avatar
    Uno scacchista da Casale 18 Giugno 2020 at 09:43

    qualcuno mi può spiegare con gli scacchi cosa c’entra sta roba?

    • avatar
      Urtain 18 Giugno 2020 at 13:01

      Gli scacchi, come l’amore e la musica, hanno il potere di rendere gli uomini felici. (Siegbert Tarrasch)

      1
  4. avatar
    Luca Monti 18 Giugno 2020 at 20:24

    Grazie alla autrice che, per interposta persona (Rachmaninoff),disvela il suo amore profondo per la Russia che poi è anche il mio. Non trovate che Rachmaninoff nel viso,sembra Gata Kamsky? Ogni Bene all’autrice e per ognuno.Luca Monti,Vallio Terme BS.

    1
  5. avatar
    The dark side of the moon 18 Giugno 2020 at 20:53

    Te lo spiego io in una parola.
    Si chiama “cultura”.
    Quindi sta bene ovunque, non credi?

    2
    • avatar
      The dark side of the moon 18 Giugno 2020 at 20:54

      ….il commento era riferito allo scacchista di Casale

    • avatar
      luca monti 19 Giugno 2020 at 17:11

      Caro Dark……….,ma è proprio quello che intendevo io.Ciao,Luca Monti,Vallio Terme BS

      1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CLICCA QUI PER MOSTRARE LE FACCINE DA INSERIRE NEL COMMENTO Locco.Ro

DISCLAIMER: I responsabili del blog cancelleranno immediatamente e di propria insindacabile iniziativa qualsiasi intervento che giudicheranno possa recare offesa a chiunque. Non sono tollerati gli attacchi personali, né le offese indirette rivolte a terzi. Oltre ai commenti offensivi, per non generare confusione, verranno cancellate anche le eventuali repliche. L'indirizzo IP del mittente, se necessario verrà segnalato alla Polizia Postale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torre & Cavallo - Scacco!

In presa alta

La Difesa dei Due Cavalli

Il pellegrino spagnolo

La seconda porta

Porto Mannu R.H.

Porto Mannu Residence Hotel

Sempre più vicino

Azzurri in diretta

Azzurri in Diretta
79 Campionato Italiano

    • 24 novembre – 5 dicembre, h. 15:00

Gli ultimi commenti

Live rating

2700chess.com per tutti i dettagli

Chess book reviews

Le recensioni di SoloScacchi