Hypnotized

Scritto da:  | 30 Luglio 2020 | 5 Commenti | Categoria: Tattica

avatar Scritto da: Sveta (Qui gli altri suoi articoli)


5 Commenti a Hypnotized

  1. avatar
    Uomo delle valli 30 Luglio 2020 at 21:17

    Qualcuno sa per caso la storia a cui allude la cara Sveta in questo vecchio ritaglio di giornale in tedesco? Illuminatemi vi prego ;)

    • avatar
      Filologo 30 Luglio 2020 at 22:24

      Non è un giornale, è il libro di Tarrasch La moderna partita a scacchi. Tarrasch osserva che Janowski si è fatto sfuggire l’occasione di sacrificare la Donna per ottenere un attacco micidiale, e, sapendo quanto erano naturali per Janowski soluzioni del genere, si sente di spiegare l’episodio con la capacità di Lasker di influenzare negativamente il suo avversario.

      Mi piace 1
  2. avatar
    Fabio Lotti 30 Luglio 2020 at 21:55

    Se non ricordo male siamo nel 1978 quando Victor Korchnoj si mise gli occhiali da sole perché temeva di essere ipnotizzato da un tizio facente parte dell’entourage di Anataly Karpov contro cui stava giocando.

    Mi piace 1
  3. avatar
    Giorgio Della Rocca 9 Agosto 2020 at 14:19

    A mio modesto parere, nella partita in questione David Janowski non sacrificò la Donna alla diciassettesima o alla diciottesima mossa perché non se la sentì… contro il Campione Mondiale di Scacchi! Alcune mosse dopo, però, Emanuel Lasker ebbe a disposizione una lunga combinazione di Matto.

    Colgo l’occasione per una integrazione di carattere religioso.

    Nel Cammino di perfezione (XVI secolo), traendo spunto dal gioco degli Scacchi, madre Teresa d’Ávila – la quale sarebbe stata proclamata Santa nel 1622 e Patrona degli Scacchisti nel 1944 – scrisse: «La regina è quella che in questo gioco può dare maggior guerra al re, sia pure col concorso di tutti gli altri pezzi. Ebbene, non c’è regina che costringa il Re divino ad arrendersi come l’umiltà; essa lo fece scendere dal cielo nel seno della Vergine, e con il suo aiuto noi lo attireremo, come per un capello, nelle nostre anime» [mi riferisco all’edizione Figlie di San Paolo 2012, curata da don Luigi Borriello e suor Giovanna della Croce (p. 89)].

    Il 9 agosto 1942, esattamente 78 anni fa, nel campo di concentramento di Auschwitz, rendeva l’anima a Dio suor Teresa Benedetta della Croce (al secolo la filosofa Edith Stein, di origine ebraica, allieva e assistente di Edmund Husserl) la quale, per la sua spiritualità, si era ispirata abbondantemente a Santa Teresa di Gesù (Teresa d’Ávila).
    Papa Giovanni Paolo II l’ha proclamata Santa nel 1998 e Patrona d’Europa nel 1999.

    Il presente intervento è dedicato alla donna; ispirandosi a grandi donne.

    Mi piace 2
  4. avatar
    Sergio Pandolfo 7 Ottobre 2020 at 15:26

    Da quanto ricordo, una volta Lasker ebbe a dire che “Janowsky è sempre lì lì per vincere, ma poi non gli va che la partita debba finire così presto, e finisce con sicurezza col perdere…” È proprio quello che è accaduto qui :(

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CLICCA QUI PER MOSTRARE LE FACCINE DA INSERIRE NEL COMMENTO Locco.Ro

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

La Palestra dei Finali

Chess Lessons from a Champion Coach

Torre & Cavallo - Scacco!

Strategia di avamposti

I racconti del Grifo

57 Storie di Scacchi
Allena e sviluppa la mente scacchistica

Scotch Game

L'amante del vulcano

2700chess.com for more details and full list

Ultimi commenti

Problema di oggi