Crea sito

La nobil arte

Scritto da:  | 12 Settembre 2020 | 2 Commenti | Categoria: Zibaldone

L’inglese Lennox Lewis, 198 centimetri di muscoli e pugno da KO, uno dei più grandi pesi massimi di tutti i tempi (si è ritirato da campione del mondo) gioca quotidianamente a scacchi on line e dichiara apertamente che dovrebbe studiare di più la teoria.
Boxe e scacchi hanno parecchi punti in comune: serve disciplina, aggressività, concentrazione, resistenza. Parlando della sua vittoria per KO contro Mike Tyson Lewis spiega: “Tyson era un combattente unidimensionale, privo di senso strategico; il mio obiettivo, sul ring come sulla scacchiera, era il controllo del centro”.
E come dare torto al grande Garry Kasparov quando disse che gli scacchi sono lo sport più violento di tutti? Bobby Fischer percepiva il crollo mentale dell’avversario durante la partita, così come Lewis vedeva nello sguardo dell’avversario l’effetto devastante di un pugno, prima ancora che finisse al tappeto.
Discreti scacchisti sono altri due pesi massimi, anch’essi nella top 20 di tutti i tempi: i fratelli ucraini Vitali e Wladimir Klitschko, spietati sul ring quanto miti nella vita quotidiana e impegnati politicamente per il loro paese, come Kasparov d’altronde (spesso Vitali, che si è laureato in Pedagogia, andava a scusarsi con la famiglia dell’avversario dopo un match). Su Chessgames c’è un loro incontro sulla scacchiera contro la WGM Elisabeth Paehnz in cui fanno una figura barbina (e lei gioca alla cieca). Voglio sperare che fosse un match di beneficenza e che loro l’abbiano “lasciata fare”. Simpatiche le foto durante e dopo l’incontro, con lei che sembra una bambolina.


Ho più di un dubbio su una nuova disciplina che si chiama “Chess Boxing“: prima un round sul ring, poi una partita a scacchi e così via fino alla vittoria finale per KO e scacco matto.
Immagino ricevere un cazzotto da Lennox Lewis e poi sedersi tutto intronato davanti alla scacchiera, con lui che cerca il tuo sguardo.

avatar Scritto da: Enrico Paganelli (Qui gli altri suoi articoli)


2 Commenti a La nobil arte

  1. avatar
    Mongo 12 Settembre 2020 at 19:23

    Scacchi e boxe, vero, hanno molto in comune a cominciare dalle violenza (cit. Kasparov).

  2. avatar
    Fabio Lotti 12 Settembre 2020 at 21:38

    Da ragazzo mi entusiasmai alla box dopo l’incontro Benvenuti-Mazzinghi. Oggi, a sentir l’urlo bestiale degli spettatori dopo un K.O non sono così entusiasta…Preferisco la “violenza” degli scacchi.

    Mi piace 3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CLICCA QUI PER MOSTRARE LE FACCINE DA INSERIRE NEL COMMENTO Locco.Ro

DISCLAIMER: I responsabili del blog cancelleranno immediatamente e di propria insindacabile iniziativa qualsiasi intervento che giudicheranno possa recare offesa a chiunque. Non sono tollerati gli attacchi personali, né le offese indirette rivolte a terzi. Oltre ai commenti offensivi, per non generare confusione, verranno cancellate anche le eventuali repliche. L'indirizzo IP del mittente, se necessario verrà segnalato alla Polizia Postale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torre & Cavallo - Scacco!

In presa alta

La Difesa dei Due Cavalli

Il pellegrino spagnolo

La seconda porta

Porto Mannu R.H.

Porto Mannu Residence Hotel

Sempre più vicino

Azzurri in diretta

Azzurri in Diretta
79 Campionato Italiano

    • 24 novembre – 5 dicembre, h. 15:00

Gli ultimi commenti

Live rating

2700chess.com per tutti i dettagli

Chess book reviews

Le recensioni di SoloScacchi