Le ultime volontà

Scritto da:  | 2 Marzo 2021 | 9 Commenti | Categoria: Racconti

Il trapassato era ricco. E vedovo, senza figli né parenti. Un bel po’ di terreni, un bel po’ di case, un bel po’ di quattrini in banca. Giocatore di scacchi affiliato al circolo della sua città. Un tipo aperto, gioviale, scherzoso. A volte fin troppo, che gli piaceva un sacco combinarne di belle alle spalle dei suoi amici, ma pure oltremodo generoso se aveva aiutato più volte lo stesso circolo nei momenti più difficili. L’affitto dei locali, per esempio, era piuttosto caro e così la sua manutenzione. Se si voleva, poi, organizzare qualche attività che attirasse l’attenzione dei cittadini del luogo e desse un po’ di lustro al “nobil giuoco” c’era bisogno di lui. O meglio delle sue tasche. Per cui il Presidente del circolo stesso e tutti gli iscritti erano in preda ad una smaniosa eccitazione davanti al notaio, per aprire una lettera del defunto indirizzata al summenzionato Presidente del summenzionato circolo.
La sera precedente c’era stata una riunione globale degli affiliati e, dopo un discorso del Presidente sulle innegabili qualità morali e spirituali del defunto espresse con evidente commozione fino a farsi sfuggire un profondo sospiro a stento in parte represso, si era passati con una certa disinvoltura su discorsi più concreti, o meglio sul discorso più concreto. Cosa fare del suo scontatissimo, corposissimo lascito? Sul quale non c’era ombra di dubbio dato che il notaio li aveva chiamati proprio per questo motivo. E dato che il defunto aveva più volte manifestato il suo concreto attaccamento al circolo.
Dunque tutti si aspettavano dei soldi, un bel mucchio di soldi e sul loro destino si era accesa una appassionata e appassionante discussione interrotta qua e là da slanci di incontenibile affetto verso il dipartito. Che era stata sì una testa matta ma dal cuore aperto e generoso, si ripeteva e sottolineava più volte alzando gli occhi al cielo.
C’era chi voleva ampliare la biblioteca; c’era chi voleva cambiare sede, una più consona e più bella; c’era chi voleva acquistare nuove scacchiere e nuovi orologi, quelli di ultima generazione; c’era chi voleva organizzare qualche torneo con Grandi Maestri di grido per dare lustro al loro circolo; c’era chi, più concretamente, avrebbe optato per una serie infinita di pranzi e cene luculliane tutti insieme a ricordare le bontà infinite del morto; c’era addirittura chi, preso da incontenibile entusiasmo, esortava a fare tutte queste cose insieme che il lascito sarebbe stato veramente imponente e sarebbe avanzata pure una bella messe di quattrini. Da metterci la mano sul fuoco.
Ed ora eccoli lì tremanti ed eccitati ad aspettare l’apertura della busta, a dir la verità assai piccola e leggera a vederla soppesare dalla mano del notaio. La busta viene strappata e appare una lettera. Il notaio la lascia sul tavolo. Apre la lettera. Si tratta di poche parole che evidentemente non capisce perché la porge al Presidente che legge con aria smarrita “37)…Ta1…matto!”.
“E’…è una nostra partita”, balbetta confuso.

avatar Scritto da: Fabio Lotti (Qui gli altri suoi articoli)


9 Commenti a Le ultime volontà

  1. avatar
    Fabio Lotti 2 Marzo 2021 at 09:33

    Ringrazio Martin per la presentazione dei pezzi e invito chi può a sostenerlo in qualsiasi modo.

  2. avatar
    Uomo delle valli 2 Marzo 2021 at 09:58

    un altro splendido pezzo di super-lotti!
    fabio ma da dove li tiri fuori? li pensi di notte? ;)

    • avatar
      Fabio Lotti 2 Marzo 2021 at 11:06

      E’ che non ho da fare un cazzo. A parte la battutaccia, meglio inventare che restare ancorati a questa triste realtà.

      Mi piace 2
      • avatar
        Antonio Pipitone 2 Marzo 2021 at 14:25

        Bravissimo Fabio;
        Compiango chi tiene il proprio cervello in naftalina. Non bisogna avere pietà: fatelo lavorare !
        Ciao Antonio

        Mi piace 1
        • avatar
          Matteo 2 Marzo 2021 at 15:59

          Bravissimi entrambi! Fabio e Antonio!

  3. avatar
    Patrizia Debicke 2 Marzo 2021 at 17:44

    Spiritaccio diabolico

  4. avatar
    Fabio Lotti 2 Marzo 2021 at 17:48

    Di Patrizia ricordo a tutti gli amici scacchisti-giallisti il suo ultimo thriller scritto con la figlia qui https://www.sherlockmagazine.it/8623/l-enigma-del-fante-di-cuori

  5. avatar
    Sergio Pandolfo 5 Marzo 2021 at 22:09

    Molto divertente… =))

    Mi piace 1
  6. avatar
    Fabio Lotti 1 Aprile 2021 at 10:34

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CLICCA QUI PER MOSTRARE LE FACCINE DA INSERIRE NEL COMMENTO Locco.Ro

DISCLAIMER: I responsabili del blog cancelleranno immediatamente e di propria insindacabile iniziativa qualsiasi intervento che giudicheranno possa recare offesa a chiunque. Non sono tollerati gli attacchi personali, né le offese indirette rivolte a terzi. Oltre ai commenti offensivi, per non generare confusione, verranno cancellate anche le eventuali repliche. L'indirizzo IP del mittente, se necessario verrà segnalato alla Polizia Postale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il Grau per il terzo millennio

Torre & Cavallo - Scacco!

Massimiliano ROMI - Scacchista istriano

In presa alta

La Difesa dei Due Cavalli

Il pellegrino spagnolo

La seconda porta

Porto Mannu R.H.

Porto Mannu Residence Hotel

Sempre più vicino

Azzurri in diretta

Azzurri in Diretta

Chianciano, 80 Campionato Italiano

    • 14 – 22 novembre 2020, h. 15:00

Gli ultimi commenti

Live rating

2700chess.com per tutti i dettagli e la lista completa

Chess book reviews

Le recensioni di SoloScacchi