Crea sito

Chess Life

Scritto da:  | 28 maggio 2010 | 4 Commenti | Categoria: Libri

La recensione quest’oggi proposta intende essere, prima ancora che l’invito alla lettura di un dato volume, il doveroso omaggio ad una rivista storica dello scacchismo internazionale: “Chess Life”. Testata fondata nell’ormai lontano 1933 da tre firme prestigiose: Isaac Kashdan, Al Horowitz e Fred Reinfeld col nome originario di “The Chess Review” per poi fondersi nel 1969 con l’organo ufficiale della Federazione Scacchistica Statunitense “Chess Life”, diventando quindi “Chess Life & Review”, e dal 1980 di nuovo semplicemente “Chess Life”, un po’ qualcosa di simile a quanto successo in campo calcistico sotto la Lanterna tra Sampierdarenese e Andrea D’Oria…
Appare forse pleonastico rammentare i giocatori a stelle e strisce più affermati e illustri che vi hanno firmato rubriche memorabili quali ad esempio “Evans on Chess” del mitico Larry Evans, oppure “The Art of Positional Play” di un certo Samuel “Sammy” Reshevsky o anche Pal Benko, che nel corso degli anni ne ha curate addirittura tre: “In the Arena”, “Benko’s Bafflers” (dedicata alla studistica ed ai problemi) e l’intramontabile “Endgame Lab”. Anch’essa dedicata ai finali la mirabile pagina di Edmar Mednis, mentre per gli scacchi per corrispondenza l’ammirazione dei lettori era incondiziontamente tutta per Alex Dunne col suo affascinante “The Check is in the Mail”.
“Chess to Enjoy” invece il titolo della rubrica di Andy Soltis mentre Michael Rohde col suo “Game of the Month” ha raccolto l’importante eredità dell’eccezionale Svetozar Gligoric il quale anche sulla nostrana “Italia Scacchistica” ha curato per alcuni anni una rubrica molto simile, anche se forse di minore impatto. E di illustri collaboratori stranieri la rivista americana s’è fregiata praticamente da sempre, partendo appunto da Max Euwe che prima di Gligoric seguiva una rubrica dallo stesso nome: “Game of the Month”, a propria volta lascito del suo “predecessore” Reuben Fine.
Il GM sovietico Lev Alburt, recentemente soggetto di un bel ricordo su queste pagine di Soloscacchi da parte del Maestro Fide Sericano, si è invece occupato, col suo “Back to Basics”, di rendere appetibili e digeribili ai principianti i cosiddetti fondamentali degli scacchi, compito poi raccolto con enorme successo da Jeremy Silman. Personalmente invece le colonne a cui rimango affettivamente più legato (in ordine ascendente di preferenza, nel mio cartellino personale, per citare il mitico Rino Tommasi) sono quelle di Petar Trifunovic, il quale fino agli inizi degli anni ’70 si occupò della cronaca scacchistica del vecchio continente, quella analoga di Salo Flohr con l’analisi di stupendi capolavori strategici ed infine quella immortale dell’immenso Paul Keres intitolata “Keres Annotates”, a cadenza purtroppo non rigidamente mensile, ma la cui lettura a distanza di tanti anni ancora fa riaffiorare mille emozioni indimenticabili. Purtroppo la prematura scomparsa del grande campione estone interruppe la pubblicazione di quella rubrica meravigliosa di cui in seguito venne estratto un florilegio in un volume dal titolo “Power Chess” che tuttavia, nell’edizione economica in brossura in cui fu edito, perde alquanto del fascino degli articoli di Keres pubblicati sulla rivista cartacea a carattere mensile.
Il meglio di tutto questo è meticolosamente catalogato, raccolto e riproposto in due preziosi volumi dalle oltre mille pagine complessive, sotto l’accurata supervisione di Bruce Pandolfini autore a sua volta di numerosi bestseller scacchistici di successo quali “Pandolfini’s Endgame Course”, trainer di giocatori del calibro di Fabiano Caruana e Josh Waitzkin, e appunto colonnista di Chess Life con rubriche del tipo “Solitaire Chess” a cui anche altri autori si sono in seguito ispirati.
Veramente emozionanti nel doppio volume col meglio degli articoli di Chess Life sono i pezzi usciti all’indomani della scomparsa di Tartakower e di Alekhine, alcuni articoli di un chiarezza espositiva magistrale del GM russo-francese poi naturalizzato americano Nicolas Rossolimo, le pagine di un altro didatta esemplare, il GM Robert Byrne, Candidato al titolo di Campione del Mondo e poi celebre colonnista sul New York Times, le analisi di Lubomir Kavalek e quelli di tanti altri Grandi Maestri purtroppo in qualche modo dimenticati dai meccanismi dei palcoscenici scacchistici e ci vengono per esempio in mente nomi quali quellidi James “Jim” Tarjan, William Lombardy, Maxim Dlugy, Ken Rogoff e molti altri…
Concludiamo con una carrellata sullo stile “Nuovo Cinema Paradiso” di alcune celebri copertine della prestigiosa rivista americana che ha negli anni recenti attraversato un periodo di relativo appannamento ma che, nella speranza di tutti noi appassionati, rimarrà per sempre un punto di riferimento nel panorama letterario delle riviste internazionali e sicuramente nel cuore dei tanti numerosissimi lettori.

…ed infine un piccolo quiz per i Lettori di Soloscacchi: chi sa riconoscere il giocatore raffigurato sulla copertina del numero di Chess Review qui sotto?

avatar Scritto da: Martin (Qui gli altri suoi articoli)


4 Commenti a Chess Life

  1. avatar
    e4d6 28 maggio 2010 at 08:16

    una delle copertine ritrae Nezhmetdinov,
    sarà contento Jazztrain quando lo scopre

  2. avatar
    Jazztrain 28 maggio 2010 at 09:03

    Ehehehehehe! Ciao 1e4d6,spero che ti sia piaciuta la Nezhmetdinov-Tal! Complimenti a Martin per il suo articolo, vorrei segnalare una partita che c’è stata tra Kashdan contro Newell William Banks il Capablanca della dama inglese! 😉

  3. avatar
    Michele Panizzi 28 maggio 2010 at 12:13

    ChessLife e´ un ottima rivista soprattutto perche c’e’
    la rubrica di Pandolfini ChessSolitaire che propone
    partite test nelle quali si cerca di prevedere
    le mosse giocate nella partita e si ottiene un punteggio Elo.IMHO quelle partite test sono meglio dei tornei!!!

  4. avatar
    Bilguer74 28 maggio 2010 at 15:49

    Stupenda la copertina con Humphrey Bogart e Lauren Bacall!! Grande Martin per aver trovato questo fantastico materiale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CLICCA QUI PER MOSTRARE LE FACCINE DA INSERIRE NEL COMMENTO

DISCLAIMER: I responsabili del blog cancelleranno immediatamente e di propria insindacabile iniziativa qualsiasi intervento che giudicheranno possa recare offesa a chiunque. Non sono tollerati gli attacchi personali, né le offese indirette rivolte a terzi. Oltre ai commenti offensivi, per non generare confusione, verranno cancellate anche le eventuali repliche. L'indirizzo IP del mittente, se necessario verrà segnalato alla Polizia Postale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torre & Cavallo - Scacco!

Nezhmetdinov – lezioni di fantasmagoria scacchistica dalle partite di un genio del gioco d’attacco

Porto Mannu R.H.

Porto Mannu Residence Hotel

Understanding the Sicilian

Sempre più vicino

A to Z Chess Tactics

Fabulous Fabiano

Azzurri in diretta

Azzurri in Diretta
Cosenza, CIA 2017

    • 29 novembre – 10 dicembre, h. 10:00
    • (Godena, David, Moroni, Stella, Valsecchi, Sonis, Brunello, Gilevych, Genocchio, Garcia Palermo, Dvirnyy)


Roma Città Aperta

    • 3 – 10 dicembre, h. 16:30
    • (Sibilio, Corvi, Landi, Pitzanti, Martorelli, Ferretti, etc.)

Gli ultimi commenti

Live rating

2700chess.com per tutti i dettagli

Chess book reviews

Le recensioni di SoloScacchi