Crea sito

Alvise come lo ricordo io…

Scritto da:  | 21 giugno 2013 | 2 Commenti | Categoria: C'era una volta, Italiani, Personaggi

Orologio di Scacchi

Il mio primo incontro nel ’57 con Alvise Zichichi risale ai primi giorni della mia frequentazione del Circolo della Stampa di Palazzo Marignoli. Si stava per iniziare il torneino del circolo, e fummo accoppiati in uno dei primi turni. Ho ancora in mente il ricordo di quella partita – o, almeno delle prime mosse: 1.e4 e6 2.d4 d5 3.e5 c5 4.c3 Cc6 5.Cf3 Db6 6.a3 – che finì dopo un’aspra lotta con la patta. Fu la partita che mi fece subito cambiare opinione sugli scacchisti italiani che, dall’alto della mia pretesa superiorità di scuola ungherese, consideravo facilmente battibili. Fu una lezione per imparare di non sottovalutare gli avversari.
In poco tempo la nostra conoscenza si trasformò in amicizia. Ci si vedeva al circolo per andare, dopo un paio di ore di “sgranchimento” delle mani nelle partite blitz, a prendere una pizza seguita da un cinema o da un semplice buona notte. È inutile aggiungere che i suoi amici – Marcello Borghini, Giuseppe e Roberto Primavera, Franco Liberati, Mario Boschetti per citare i nomi di alcuni – diventavano anche amici miei. Pian piano che in Alvise si svegliavano le ambizioni organizzative, il nostro rapporto prendeva una direzione di pragmaticità. Mi coinvolse nel gioco di squadra (prima dell’Enal Comunali, poi del Banco di Roma), nei campionati romani di cui fu instancabile promotore, in discussioni su come poter migliorare politiche federali. A un certo punto mi chiese persino di sostituirlo nella sua rubrica di scacchi su Paese Sera quando partì per il servizio militare. Parlavamo anche di politica, in cui avevamo opinioni un po’ diverse, ma sempre con l’incrollabile convinzione di reciproco rispetto. Io, da parte mia, cercai di coinvolgerlo nella mia scuola di scacchi promossa da Giuseppe Lodà – altro protagonista indimenticale dello scacchismo romano – che egli, purtroppo, non accettò. Era troppo impegnato con le sue iniziative organizzative e con il lavoro nel Banco di Roma. La sua passione per l’organizzazione delle attività scacchistiche lo portò in cima alla Federazione Scacchistica. Durante la sua presidenza (1996-2002) egli contribuì massicciamente alla modernizzazione della normativa federale e alla affiliazione della FSI al CONI.
L’ammirazione che ho per Alvise Zichichi è determinata più per il suo gioco fantasioso – evidentemente perché io sono solo giocatore – che per le sue qualità di organizzatore. Campione italiano nel 1985, le sue vittoria contro giganti della scacchiera come Spassky, Gligoric, Hort e Suetin, per citarne alcuni, lo fanno ricordare negli annali della Federazione come uno dei più grandi.

Scacchi

avatar Scritto da: IM Stefano Tatai (Qui gli altri suoi articoli)

Per lezioni di scacchi "live" il mio contatto Skype è: ornitologo


2 Commenti a Alvise come lo ricordo io…

  1. avatar
    Enrico Cecchelli 21 giugno 2013 at 16:24

    Grazie per queste preziosissime parole che aiutano chi come me non risiede nella capitale, a conoscere sempre qualcosina in più ogni volta della nostra storia scacchistica.

  2. avatar
    Luca Monti 24 giugno 2013 at 14:09

    Vorrei inserirmi in coda al delicato ricordo di Stefano Tatai,per citarne il mio.Con
    Alvise Zichichi ai tempi della sua presidenza AMIS, avemmo un qualche scambio epistolare per varie ragioni tra le quali,la principale,concernente Esteban Canal.
    Oltre a sollecitarmi nella ricerca, quando possibile per via del suo tempo contingentato da mille altri impegni,non solo mi dispensò buoni consigli sul come
    procedere nella indagine sul maestro peruviano,ma pure si rese disponibile,fornendo
    una serie d’indirizzi ai quali rivolgermi e documenti davvero preziosissimi, dei
    quali mai seppi la provenienza : non è importante mi rispondeva! Evidenzio che per
    lui,io ero un autentico sconosciuto,ma ciò non fu di ostacolo alla sua generosità
    gratuita.Persone come lui servono al ponte di comando di qualsivoglia impresa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CLICCA QUI PER MOSTRARE LE FACCINE DA INSERIRE NEL COMMENTO

DISCLAIMER: I responsabili del blog cancelleranno immediatamente e di propria insindacabile iniziativa qualsiasi intervento che giudicheranno possa recare offesa a chiunque. Non sono tollerati gli attacchi personali, né le offese indirette rivolte a terzi. Oltre ai commenti offensivi, per non generare confusione, verranno cancellate anche le eventuali repliche. L'indirizzo IP del mittente, se necessario verrà segnalato alla Polizia Postale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torre & Cavallo - Scacco!

Nezhmetdinov – lezioni di fantasmagoria scacchistica dalle partite di un genio del gioco d’attacco

Porto Mannu R.H.

Porto Mannu Residence Hotel

Understanding the Sicilian

Sempre più vicino

A to Z Chess Tactics

Fabulous Fabiano

Azzurri in diretta

Azzurri in Diretta
Cosenza, CIA 2017

    • 29 novembre – 10 dicembre, h. 10:00
    • (Godena, David, Moroni, Stella, Valsecchi, Sonis, Brunello, Gilevych, Genocchio, Garcia Palermo, Dvirnyy)


Roma Città Aperta

    • 3 – 10 dicembre, h. 16:30
    • (Sibilio, Corvi, Landi, Pitzanti, Martorelli, Ferretti, etc.)

Gli ultimi commenti

Live rating

2700chess.com per tutti i dettagli

Chess book reviews

Le recensioni di SoloScacchi