Crea sito

Audace colpo à la WikiLeaks

Scritto da:  | 19 novembre 2014 | 32 Commenti | Categoria: Attualità, Campionati, Internazionale, Partite commentate

TopSecret3

Un agente segreto ha piratato una lettera riservatissima del giornalista Mauro Barletta al direttore di Torre & Cavallo, Dario Mione, e ora la divulga perché il diritto dell’opinione pubblica a ricevere informazioni complete e corrette deve prevalere su qualunque altra considerazione.

Signor direttore

con la cortese sollecitudine che da sempre La distingue mi aveva chiesto di commentare le partite del match Anand-Carlsen per impreziosire il prossimo numero della Sua rivista. Ebbene, le inoltro la presente per chiarire i motivi per i quali non ho espletato il servizio.

Debbo sottolineare che la colpa è solo in parte mia. Il tempo era poco e la voglia era scarsa ma, a parte questo, non mi sentivo assolutamente all’altezza. Dopotutto chi sono io per affermare che alla mossa tale l’indiano ha sbagliato e alla talaltra il norvegese ha preso un granchio? Decisi così di far lavorare gli altri: sguinzagliai la mia schiera di sgherri e di hacker affidando loro il compito di setacciare i social network e di consegnarmi le annotazioni tracciate in presa diretta dai più forti giocatori del mondo; spacciandole per mie, avrei fatto un figurone per la gioia Sua e dei nostri miliardi di lettori.

Macché.

Il materiale era inservibile. Non dico che i GM sparassero boiate, questo no. Il fatto è che, alla faccia di coloro che pensano agli scacchi come ad una scienza esatta, non sempre (con mia enorme sorpresa) i big si trovavano d’accordo: le opinioni, che a volte si incrociavano in serrate discussioni, differivano al punto che in certi momenti non si riusciva nemmeno ad avere la risposta a una banalità come “chi sta meglio qui?”. Al massimo avrei potuto scegliere a casaccio uno di codesti super-angolisti, aderire alla sua scuola di pensiero con il fanatismo di un kamikaze e incollare pedestremente sulla pagina i suoi post. Ma mi dica Lei se sarebbe stata una cosa seria.

Ho preso a titolo di esempio la prima del match. Legga e vedrà.

GM Viswanathan Anand (2792) vs. GM Magnus Carlsen (2863), ½-½
Campionato del Mondo, Sochi, 8 novembre 2014, 1ª partita

1.d4 

La formula del match per il campionato del mondo sarà obsoleta ma è ancora L’EVENTO scacchistico dell’anno. Che la partita cominci!” (Caruana).

Fin qui, tutto bene. Attingiamo a piene mani.

1…Cf6 2.c4 g6 3.Cc3 d5 4.cxd5 Cxd5 

Carlsen conserva il solito ottimismo puntando al controgioco anziché alla parità. Confidenza o arroganza?” (Kogan).

E anche la scelta dell’apertura è commentata.

5.Ad2 Ag7 6.e4 Cxc3 7.Axc3 O-O 8.Dd2 Cc6 9.Cf3 Ag4 10.d5 Axf3 11.Axg7 Rxg7 12.gxf3 Ce5 13.O-O-O 

Giocata istantaneamente.

Il Bianco si sente soddisfatto perché è ancora nella preparazione mentre il Nero deve lavorare alla scacchiera” (Susan Polgar). Ok.

13…c6 

Posizione dopo 13...c6

Posizione dopo 13…c6

Ecco. I problemi sono iniziati più o meno a questo punto. Qui il bravo commentatore deve dire al suo lettore chi sta meglio e chi sta peggio. E se non lo sa, va a spiare i gm. Scopre così che tutti, più o meno, anticipano abilmente 14.Dc3 f6, dopodiché prendono strade separate.

Vishy sembra preparato meglio. 13. … c6 non pare risolvere i problemi del Nero dopo Ah3! e f3-f4! La casa c8 è controllata e … f6 ha creato un buco in e6Magnus è in pericolo?!” (Kogan).

Meglio il Bianco? No,

Ok, il Nero ha giocato 13. … c6. Tanti saluti a quelli che dicono che finirà 1-0” (Radjabov).

Ohibò. Meglio il Nero. Possibile?

Cosa ne dite di qualche mossa veloce e di un succoso Alfiere in e6?” (Giri).

Meglio il Bianco? Stiamo scherzando? Colpo di scena. Giri e Radjabov si sono messi a battibeccare.

(R.) “No, Anish, per oggi niente Alfieri succosi. Il Nero sta bene“.

(G.) “Perché sei così ruvido? 14.Dc3 f6 15. Ah3 e poi Ae6, come fa a non essere succoso?

C’è dell’altro. Sì, perché Anand stava riflettendo da parecchio sulla sua quattordicesima…

Anand pensa perché ha mescolato le mosse della sua preparazione ed è arrabbiato. Io la vedo così” (Radjabov).

Secondo me è ancora nella preparazione ma non ricorda se deve giocare prima Ah3 o Dc3 o f4“. (Giri).

Ma insomma! E io cosa scrivo?

14.Dc3 f6 15.Ah3 

La posizione di Magnus è buona. Ha varcato il confine dell’apertura senza danni. Qui è logica 15. … Db6, che connette le Torri e attacca f2″ (Polgar).

Meglio il Nero. Vabbè. Nel frattempo il web si era diviso: chi parteggiava per Radjabov e chi per Giri.

Giri, il tuo ‘succoso Alfiere’ sta per raggiungere e6. Vediamo che succede. Forse h4-h5, così avremo una partita immortale!” (Radjabov).

Nessuno apprezza l’Alfiere in e6, che pure taglia in due la posizione. Sto solo aspettando che Vishy dimostri che avete tutti torto” (Giri).

15…cxd5 16.exd5 Cf7 17.f4 

Ma Carlsen non ha praticamente perso dopo 17. f4?” (Golubev).

Ma come? Non stava meglio?

17…Dd6 18.Dd4

“E ora 18. … Db6, in stile Magnus. Dovrebbe essere sostenibile”. (Giri).

Mi sto chiedendo se cambiare le Donne e bloccare in d6 basti per assicurare la patta” (Short).

Credo che ci siano molti modi di calmierare la posizione. La questione è chi dei due si sente più coraggioso” (Tisdall).

Cosa dovevo scegliere?

18…Tad8 19.Ae6 Db6 20.Dd2 Td6 21.The1 Cd8 

Posizione dopo 21...Cd8

Posizione dopo 21…Cd8

Ora Vishy può giocare f4-f5. Non capisco perché il mio computer pensa che il Nero stia meglio” (Short / 1)

Anand ha perso l’iniziativa” (Polgar / 1)

Dopo f4-f5 il Nero, con i cambi, ottiene Torre e Donna attive. Carlsen ha superato le difficoltà. Ma il Bianco è OK” (Short / 2)

22.f5 Cxe6 23.Txe6 Txe6 24. fxe6 Tc8+ e il Nero sta meglio” (Polgar / 2)

Boh?

22.f5 Cxe6 23.Txe6 Dc7+ 24.Rb1 Tc8 25.Tde1 Txe6 26.Txe6 Td8 

Il quadro ormai si era stabilizzato. Più nessuno pensava che Anand fosse in vantaggio. E però …

Nonostante la riduzione del materiale sono possibili tutti i tre risultati” (Short).

27.De3 Td7 28.d6 exd6 29.Dd4 Tf7 

Dopo la concitazione iniziale la partita si è addomesticata e probabilmente si incamminerà verso la patta“. (Polgar)

30.fxg6 hxg6 31.Txd6 a6 32.a3Da5 33.f4 Dh5 34.Dd2 Dc5 

Patta? Non ancora. Carlsen si era messo a ruminare gioco come al suo solito e gli angolisti avevano il sentore che qualcosa stesse per succedere.

Se Chennai 2013 non ci fosse stata direi che è patta. Ma con Magnus può succedere di tutto” (Giri).

35.Td5 Dc4 36.Td7 Dc6 37.Td6 De4+ 38.Ra2 Te7 

Il boccino era nelle mani del Nero. E dal web giungevano segnali d’allarme.

E’ importante che Vishy sappia reggere questa posizione e sappia reggerla comodamente” (Rowson).

Questo è proprio il tipo di posizione da ‘niente’ (‘nothing position’;) in cui Carlsen eccelle” (Short).

39.Dc1 a5 

L’avvertimento di Caruana:E’ una ‘dead draw’ solo quando i giocatori si stringono la mano e firmano i formulari. C’è ancora del lavoro da fare”.

40.Df1 a4 

Il Nero ha quattro piccoli vantaggi: 1) migliore struttura 2) miglior Re 3) pezzi più attivi 4) E’ Magnus” (Rowson).

C’è una sola chance per Anand a questo punto del match: fare patta adesso. Niente patta, niente corona“. (Radjabov).

Caro direttore, si figuri se mi fossi basato sull’irrilevante “zero virgola” che il computer attribuiva al Nero. Avrei scritto che i due giocatori erano ormai rassegnati al pareggio e che eseguirono stancamente le ultime mosse trascinati solo dall’inerzia. Pensi alla schifezza che ne sarebbe venuta fuori.

41.Td1 Dc2 

Djurhuus è stato il primo (mi sembra) a proclamare che il Nero minaccia 42…Te3 e … Txa3+!

42.Td4

Siamo alla svolta.

42…Te3 43.Td7+ Rf8 44.Txb7 Tb3 45.Txb3 axb3+ 46.Ra1 Dxh2 è intrigante” (Polgar)

42…Te2 

“La prima imprecisione di Magnus. Dopo 43. Tb4 Vishy dovrebbe reggere tranquillamente” (Polgar)

43.Tb4 b5 

Posizione dopo 43...b5

Posizione dopo 43…b5

Il gran finale.

44.Dh1!

 Che mossa. Questa dovrebbe mettere d’accordo tutti. Leggiamo:

Stellare. Se non la trovava, Anand era fritto” (Short)

E’ quella che Magnus non ha visto quando ha giocato 42. …Te2″ (Polgar)

Sembra che Anand sia riuscito a cavarsela. Bella lotta!” (Libiszewski).

Beh, qui almeno mi sarei sentito autorizzato a lodare lo sfidante. Invece no.

E’ elegante ed era necessaria, ma non era anche una mossa ovvia? Voglio dire, che altro si poteva fare?” (Rowson).

Niente da fare. Quando è troppo, è troppo.

44…Te7 45.Dd5 Te1 46.Dd7+ Rh6 47.Dh3+ Rg7 48.Dd7+ 1/2-1/2

Questo è tutto. Gli scacchi sono un gioco difficile, sfaccettato e faticoso. Ed è per questo che, con tante scuse, lascio volentieri l’ingrato servizio a qualcun altro, ora non ho tempo… devo saltar sul furgone per un altro giro 😉

TopSecret4

avatar Scritto da: Mauro Barletta (Qui gli altri suoi articoli)


32 Commenti a Audace colpo à la WikiLeaks

  1. avatar
    nikola 19 novembre 2014 at 10:16

    ho notato anch’io che adesso vanno di moda i commenti via web dei vari GM e averli raccolti per il commento di una partita mi sembra una bella e divertente trovata. complimenti per il lavoro!

  2. avatar
    lordste 19 novembre 2014 at 11:53

    Sarebbe divertente anche raccogliere i commenti alla partita 7, quando Carlsen ha provato a giocare per vincere il finale TC vs T, per paragonare i commenti degli spingilegno (“ridicolo”, “imbarazzante”, “irrispettoso”;) a quelli dei GM (uno su tutti, Caruana: “Karjakin ha giocato contro di me lo stesso finale fino alla 50esima, non c’è nulla di strano nel volerci provare”;)
    :mrgreen:

    • avatar
      nikola 19 novembre 2014 at 12:40

      visto che si deve per forza collocare lo spettatore in una casta a seconda del giudizio che esprime chiedo in quale si dovrebbero inserire i numerosi CM che conosco che hanno definito il finale stranoto e risparmiabile. Lo stesso Anand ha definito l’ultima ora superflua, di certo avercelo come compagno nella sottocasta degli spingilegno mi farebbe parecchio piacere. io preferirei parlare di ‘stili’ diversi, lo stesso Anand appunto e anche altri GM non avrebbero continuato, senza tanto scomodare la comprensione degli scacchi o altro.

      • avatar
        lordste 19 novembre 2014 at 13:37

        Un conto è pensare e dire che il finale potevano risparmiarselo. Un conto è *insultare* Carlsen perchè ha continuato qualche mossa più del “dovuto”…
        Sono già comparsi diversi “elenchi” di partite ad alto livello in cui il finale TC vs T è stato proseguito anche parecchie mosse (la Karjakin-Caruana era l’ultimo “precedente”;). E anche un paio di esempi in cui NON è finita patta (Kasparov-Polgar e Carlsen-l’Ami)… 😎

        • avatar
          nikola 19 novembre 2014 at 13:48

          sugli “insulti” (o presunti tali) non mi esprimo, non faccio il censore nè tantomeno mi sembra qui il luogo per esprimere giudizi su cose dette da altri e altrove. citare solo i casi favorevoli (molto pochi direi e inoltre aggiungo che su questi bisognerebbe verificare la presenza sulla scacchiera delle rare condizioni per vincere, condizioni che nella partita in esame non c’erano) tralasciando tutte le migliaia di partite in cui si sono accordati per la patta è una statistica un tantino risibile. Ci sarà inoltre uno svariato numero di GM che non la pensa come Caruana e che ha la sfortuna di non esprimersi via twitter.
          Se in una finale mondiale il campione del mondo specula su un possibile errore dell’avversario si può prendere serenamente anche qualche critica senza per forza chiamarla insulto.

          • avatar
            lordste 19 novembre 2014 at 16:00

            Non è una questione di “statistica”. é una questione di agonismo. Carlsen non rischiava nulla a proseguire e c’era un .. (5% secondo Short, mi pare, forse meno) di probabilità che Anand mettesse il piede in fallo. Quindi Magnus si è sentit in diritto di provare a “vedere” e dopo poche mosse ha verificato che Anand si stava difendendo bene. ok, patta.
            E se vogliamo, comportamento sancito come corretto dall’autorevolezza del GM più forte non coinvolto, cioè Caruana, oltre che da Kasparov stesso.
            Ho parlato di insulti perchè secondo me chiamare il campione del mondo “moccioso viziato” e taggiare il suo comportamento di “ridicolo” non sono proprio dei complimenti, e nemmeno delle legittime critiche…
            Detto questo, i “casi favorevoli” che ho citato sono le VITTORIE della parte forte, sono comparsi parecchi elenchi di partite tra i migliori al mondo di varie epoche proseguite TC vs T…

            • avatar
              nikola 20 novembre 2014 at 10:38

              visto che si continuano a ripetere le stesse cose non posso far altro che replicare ripetendo quanto scritto sopra.

  3. avatar
    DURRENMATT 19 novembre 2014 at 15:50

    … chiedo ai due espertissimi e informatissimi caballeros:secondo voi Anand e Carlsen stanno giocando contro l’uomo o contro la scacchiera? Nell’era dell’informatica in cosa consiste il RISCHIO?I motori ci stanno,forse, trasformando in intelligenze “convergenti”? In questo anno solare ci sono stati i mondiali di tutti gli sport di squadra(volley, calcio,basket,scacchi).Secondo voi (mi riferisco sempre ai due caballeros)ci sono delle tendenze strategico/tattiche in comune??? Insomma, questo mondiale vi sta piacendo?E se sì…”pecchè”???

  4. avatar
    Renato Andreoli 19 novembre 2014 at 16:44

    La lettera di Mauro Barletta mi sembra apocrifa. Lui scrive sempre in prima persona…plurale.

    • avatar
      Mongo 19 novembre 2014 at 18:18

      Stratagemma che usa anche Regis Debray. 🙄

    • avatar
      Roberto Messa 19 novembre 2014 at 19:21

      Lo stile di tutto l’articolo è inconfondibilmente non apocrifo.
      E poi, chi sarà mai questo “Bracciolento”?

      • avatar
        fds 19 novembre 2014 at 20:02

        Sto andando in confusione 😛

        Da Treccani.it:
        apòcrifo agg. e s. m. [dal lat. tardo apocry̆phus, gr. ἀπόκρυϕος «occulto, segreto», der. di ἀποκρύπτω «nascondere»]. – Di libro, scritto, o documento non autentico, non genuino. In partic., libri a. (o semplicem. apocrifi),…

        Renato sospetta di un testo apocrifo.
        Roberto non è d’accordo (sostiene che lo stile non è apocrifo) e poi si chiede chi è “Bracciolento”.

        Cosa mi sfugge?

        PS – Non siate impietosi con me se ho scritto fregnacce, sono ancora a digiuno… 😉

        • avatar
          Roberto Messa 19 novembre 2014 at 22:33

          Siete voi giovani che amate i nickname, io non ne uso mai.
          Tuttavia mi basterebbero poche sillabe per riconoscere un testo di “Bracciolento”.

      • avatar
        Renato Andreoli 20 novembre 2014 at 18:15

        Caro Roberto, i commenti alle mosse – o meglio, i commenti ai commenti – sono certamente autentici, ma nego che lo sia il cappello introduttivo, e questo lo deduco da moltissimi segnali. Uno per tutti: la modestia del Barletta gli avrebbe vietato di scrivere che un suo articolo impreziosisce la rivista.

    • avatar
      alfredo 25 novembre 2014 at 14:49

      Caro Renato il tuo inciso con i tre puntini di sospensione e la stoccatina finale mi ha fatto sbellicare
      diciamo che se non sei al livello di Woody Allen poco ci manca !

      • avatar
        Renato Andreoli 25 novembre 2014 at 18:17

        Grazie, Alfredo, ma non esagerare!
        Io sono un amante degli aforismi e dei paradossi, non solo di quelli di Woody Allen e di Oscar Wilde, ma anche di quelli scacchistici.
        Per esempio, il mio problema di scacchi preferito è il seguente:
        il problema preferito di Renato
        Il Bianco muove e dà matto in meno di una mossa.

        • avatar
          Jas Fasola 25 novembre 2014 at 19:15

          la so, la so 🙂
          fa come nella sigla finale di Zorro :mrgreen:

          • avatar
            fds 25 novembre 2014 at 21:05

            Toh… chi si rivede… è dai tempi di Durban che ti davo per disperso. Stavo per chiamare un programma televisivo italiano: “Chi l’ha visto”, per chiedere notizie tue e di Alfredo 😛

            • avatar
              Renato Andreoli 26 novembre 2014 at 18:38

              Vabbè, Jas, diamo la soluzione, che non è poi così difficile.
              Per dare il matto in meno di una mossa, è sufficiente prendere il Cavallo e sollevarlo leggermente dalla scacchiera, senza spostarlo dalla casa c6.
              E, parafrasando il poeta, se non ridi, di che rider suoli?

              • avatar
                alfredo 26 novembre 2014 at 20:04

                Caro Jas
                come ho scritto da altra parte acquistando a Berlino un libro di Taimanov ho trovato dentro un piccolo tesoro . una collezione di ritagli di giornali ( ah …io la mia la ho buttata con tante altre cose )
                devono essere della prima metà degli anni 80 e di un giornale polacco
                la rubrica si chiama ” SZACHY ” e il redattore è tale ” Wladislaw Litmanowicz”
                Ricorda un po’ graficamente la rubrica di Monticelli su il Corriere .
                Lo conosci questo Litmanowicz , oppure lo conosce il tuo amico ” satanasso” Adamsky ?
                Un bel tuffo nel passato .
                Tra l’altro Taimanov nel libro ( sul gambetto di Donna ) cita piu’ volte Canal

                • avatar
                  alfredo 26 novembre 2014 at 20:08

                  ah eccolo qua
                  pero’ che strana storia sembra essere stata la sua vita
                  http://www.chessgames.com/perl/chessplayer?pid=25725

                • avatar
                  Jas Fasola 26 novembre 2014 at 20:39

                  Immagino il giornale sia Trybuna Ludu.
                  Forse quando era caporedattore della rivista “Szachy” ho avuto il “piacere” di conoscerlo, ma non ricordo (mentre invece ho avuto il piacere di conoscere il suo successore alla guida della rivista, il MI e notissimo arbitro – anche dell’ultimo mondiale – MI Andrzej Filipowicz).
                  Il suo migliore risultato nei campionati polacchi e’ l’ottavo posto del 1951.
                  I libri di sua moglie Mirosława (soprattutto la serie “scacchi per bambini”;) sono piuttosto popolari da noi. Qui una bella presentazione su youtube

              • avatar
                Filologo 26 novembre 2014 at 21:40

                Oh, io avevo trovato un’altra soluzione ed ero certo che fosse quella giusta… Il Bianco colloca in c8 una Donna, frutto della promozione di un Pedone in c7 già allontanato dalla scacchiera.

              • avatar
                delpraub 26 novembre 2014 at 22:19

                E io che pensavo che la soluzione fosse prendere l’Alfiere e sollevarlo leggermente dalla scacchiera, senza spostarlo dalla casa d5 :mrgreen:

                • avatar
                  Renato Andreoli 26 novembre 2014 at 23:16

                  Filologo e delpraub, non fate gli spiritosi, altrimenti ve ne propino un altro!

  5. avatar
    Marramaquis 19 novembre 2014 at 22:30

    Bracciolento è evidentemente uno che blitz le perde tutte e che pure a pingpong non vince mai … soprattutto se ha di fronte Bracciodiferro o Wonderwoman….
    Ma chi è lo sa solo Martin e non ce lo vuole dire.

  6. avatar
    paolo bagnoli 19 novembre 2014 at 23:33

    Per fds. Che bello riesumare antichi ricordi di greco! E che bello vedere che ci sono persone che amano la nostra lingua e che la usano correttamente!

  7. avatar
    Mongo 20 novembre 2014 at 14:21

    Si è appena conclusa la nona partita del secondo match Carlsen – Anand con una scialba patta in sole 20 mosse! 😕

  8. avatar
    The dark side of the moon 20 novembre 2014 at 17:37

    Oggi hanno prolungato il giorno di riposo che in realtà era ieri.
    La patta però è un risultato che soddisfa tutti e due: Carlsen accorcia la metà di 1 partita, Anand sopravvive di Nero, nelle rimanenti 3 partite avrà 2 Bianchi e sarà li che proverà a fare il punto.
    Quella di domani dovrebbe essere certamente più interessante.

    • avatar
      The dark side of the moon 20 novembre 2014 at 17:39

      “la meta e non la metà” volevo dire….
      PS.
      Comunque il contributo di “Bracciolento” mi è piaciuto soprattutto per la sua originalità 😉

      • avatar
        Mongo 21 novembre 2014 at 17:08

        Patta anche la decima. Mancano solo più due partite più gli eventuali spareggi rapid (che sono una cosa vergognosa per l’assegnazione di un titolo così importante come quello di campione del mondo).m 😎

  9. avatar
    Doroteo Arango 27 novembre 2014 at 07:15

    Renato, dai, propina pure… 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CLICCA QUI PER MOSTRARE LE FACCINE DA INSERIRE NEL COMMENTO

DISCLAIMER: I responsabili del blog cancelleranno immediatamente e di propria insindacabile iniziativa qualsiasi intervento che giudicheranno possa recare offesa a chiunque. Non sono tollerati gli attacchi personali, né le offese indirette rivolte a terzi. Oltre ai commenti offensivi, per non generare confusione, verranno cancellate anche le eventuali repliche. L'indirizzo IP del mittente, se necessario verrà segnalato alla Polizia Postale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torre & Cavallo - Scacco!

Nezhmetdinov – lezioni di fantasmagoria scacchistica dalle partite di un genio del gioco d’attacco

Porto Mannu R.H.

Porto Mannu Residence Hotel

Understanding the Sicilian

Sempre più vicino

A to Z Chess Tactics

Fabulous Fabiano

Azzurri in diretta

Azzurri in Diretta
Cosenza, CIA 2017

    • 29 novembre – 10 dicembre, h. 10:00
    • (Godena, David, Moroni, Stella, Valsecchi, Sonis, Brunello, Gilevych, Genocchio, Garcia Palermo, Dvirnyy)


Roma Città Aperta

    • 3 – 10 dicembre, h. 16:30
    • (Sibilio, Corvi, Landi, Pitzanti, Martorelli, Ferretti, etc.)

Gli ultimi commenti

Live rating

2700chess.com per tutti i dettagli

Chess book reviews

Le recensioni di SoloScacchi