Crea sito

Chiamale (se vuoi) emozioni

Scritto da:  | 10 settembre 2016 | 11 Commenti | Categoria: Attualità, Olimpiadi

Baku 05Maledetta società dello spettacolo: ti fanno vedere in TV i tronisti, il poker, il mondiale di freccette, il golf, le bocce, il curling e decine di altri avvenimenti che nulla hanno di spettacolare, ma gli scacchi no! E’ severamente proibito parlare di scacchi sui media nazionali anche se ci sono i mondiali e/o le olimpiadi… Forse perché gli scacchi creano cultura!!

Bene, non stiamo qui a scrivere della inopinata sconfitta della Hou contro una ministra lettone e nemmeno dello sciasgurato pareggio di Carlsen contro Smerdon, bensì di come noi vediamo queste olimpiadi.

Incominciamo dall’Italia, una buona Italia, soprattutto nel torneo open, mentre la formazione femminile, molto giovane, ha incontrato lungo il proprio cammino qualche sconfitta di troppo che la sta penalizzando come classifica, ma i giochi non sono ancora finiti.

Le rappresentative azzurre, capitanate da Ortega e Kogan

Le rappresentative azzurre, capitanate da Ortega e Kogan

Tra i maschietti sta facendo un’ottima olimpiade Luca Moroni, ancora imbattuto.

IV turno: Cina – Italia 3 – 1

V turno: Danimarca – Italia 2 – 2

VI turno: Italia – Finlandia 3,5 – 0,5

VII turno: Filippine – Italia 1,5 – 2,5

VIII turno: Italia – Iran (ancora in svolgimento)

tabellino uomini

Tra le ragazze, invece, ottime l’instacabile Marina Brunello e la giovanissima Desiree Di Benedetto ancora imbattute:

IV turno: Italia – Azerbaijan 2,5 – 1,5

V turno: Cina – Italia 3 – 1

VI turno: Italia – Norvegia 2,5 – 1,5

VII turno: Israele – Italia 3 – 1

VIII turno: Italia – Colombia (ancora in svolgimento)

tebellinodonne

Segue una carellata dei protagonisti di questi giorni:

Gli arbitri: senza di loro, nessuna olimpiade.

Gli arbitri: senza di loro, nessuna olimpiade.

Azerbaijan - Croazia

Azerbaijan – Croazia

Inghilterra - Vietnam

Inghilterra – Vietnam

Judit Polgar sta discutendo con Boris Kutin le condizioni per un suo eventuale ritorno all'agonismo!

Judit Polgar sta discutendo con Boris Kutin le condizioni per un suo eventuale ritorno all’agonismo!

Magnus Carlsen

Magnus Carlsen

Hou Yifan - Anna Muzychuk

Hou Yifan – Anna Muzychuk

Ogni Olimpiade che si rispetti ha il proprio 'bermuda-party'

Ogni Olimpiade che si rispetti ha il proprio ‘bermuda-party’

Caxita Esperanca

Caxita Esperanca

Emre Can - Turchia

Emre Can – Turchia

Galina Melnik - IPCA

Galina Melnik – IPCA

Una splendida Marina Brunello

Una splendida Marina Brunello

Pia Cramling

Pia Cramling

Sergey Karjakin

Sergey Karjakin

Shirov in piena concentrazione

Shirov in piena concentrazione

Le ragazze del Sudan

Le ragazze del Sudan

 

Il Che c'entra niente con questa Olimpiade, ma la foto ci piaceva molto ed abbiamo voluto condividerla con i nostri lettori.

Il Che c’entra niente con questa Olimpiade, ma la foto ci piaceva molto ed abbiamo voluto condividerla con i nostri lettori.

Separatore

Foto dal sito ufficiale di: Dilaver, Huseynov, Emelianova, Llada, Dolmatovskiy e Truong.

La foto del Che è tratta dal gigantesco archivio fotografico del nostro Mongo me medesimo.

avatar Scritto da: Mongo (Qui gli altri suoi articoli)


11 Commenti a Chiamale (se vuoi) emozioni

  1. avatar
    Mongo 10 settembre 2016 at 18:19

    Ultima ora.
    Italia – Iran 2 – 2
    Italia – Colombia 2,5 – 1,5

  2. avatar
    FlavioB 13 settembre 2016 at 00:12

    Domani Russia – Italia.
    COMUNQUE VADA SARA’ UN SUCCESSO

  3. avatar
    Enrico Cecchelli 13 settembre 2016 at 11:14

    Ciao Flavio ! Ieri grande prestazione di Vocaturo contro Bologan, un giocatore che fino a 5-6 anni fa era stabilmente tra i primi 10- 15 giocatori al mondo. Complimenti a Vocaturo anche per tutto il resto del suo percorso( prestazione al momento da 2800 punti!!)

  4. avatar
    DURRENMATT 13 settembre 2016 at 18:11

    …abbiamo una grande SQUADRA…dedicato ai sostenitori di Caruana!!! 😎

    • avatar
      alfredo 14 settembre 2016 at 20:09

      beh
      con Caruana avremmo avuto una grandissima squadra!!!!
      anche se non avremmo potuto vedere in squadra ancora Luca Moroni a cui sono particolarmente legato in quanto il suo storico ” trainer” è il mio amico piu’ caro , nonche testimone di nozze ( oddio come il tempo va veloca)
      ricordo ancora una cena a casa mia Giulio una decina di anni fa dire : ” stasera sono andato a fare lezione a un ragazzino che mi sembra molto ma molto sveglio. Gli ho fatto vedere un problema ci ha pensato su e poi con il ditino ( giulio tuitti lo sanno è bravissimo a imitare ) mi ha fato vedere la mossa giusta : Vediamo . questo niondino non deve essere male”
      dieci anni dopo eccolo qua a giocarsi un podio con lo squadrone russo contro il grande grishuck ( a mio parere uno che avrebbe potuto diventare campione del
      mondo se si fosse dedicato a tempo pieno agli scacchi )Ai ragazzi e all amico Art un grazie infinito !!!

      • avatar
        Giancarlo Castiglioni 16 settembre 2016 at 20:36

        Io invece credo che con Caruana l’Italia non sarebbe andata così bene.
        Lui avrebbe fatto più punti della nostra prima scacchiera, ma il resto della squadra ne avrebbe fatti meno.
        Caruana era un corpo estraneo, senza tutti si sono sentiti più motivati.
        Comunque la presenza di Caruana nella squadra nazionale e nei campionati italiani negli ultimi anni, ha certamente contribuito alla crescita dei giovani GM italiani.
        Di questo dobbiamo ringraziarlo.

        • avatar
          Filologo 17 settembre 2016 at 02:36

          Anche l’Italia per Caruana dev’essere stata un’entità piuttosto lontana… In un’intervista a Baku, alla domanda: “se non dovessero essere gli Stati Uniti, chi desidereresti che vincesse?” ha risposto: “Perù o Francia”.

          • avatar
            DURRENMATT 17 settembre 2016 at 14:44

            …dedicato ai nostalgici di Caruana! 😈

          • avatar
            The dark side of the moon 18 settembre 2016 at 15:32

            Si, l’ho letta anch’io questa intervista…
            Che “stile”….
            Imbarazzante.

  5. avatar
    Roberto Messa 15 settembre 2016 at 08:56

    Mongo, perché scrivi che la sconfitta della campionessa mondiale contro la WGM Dana Ozola Reizniece è stata inopinata? La prima scacchiera della Lettonia ha semplicemente giocato molto bene, non ci sono stati erroracci o altri incidenti. Piuttosto fa rabbia che la notizia non sia arrivata al pubblico non scacchista, perché questa giocatrice è veramente un personaggio: classe 1981, ministro delle finanze della Lettonia, sposata, quattro figli , sei lingue, coordinatrice di un progetto aerospaziale (il primo satellite baltico), dal 1998 ha trovato pure il tempo di partecipare a tutte le Olimpiadi degli scacchi, sempre sulla prima scacchiera della Lettonia.

    Un altro bel personaggio di questa Olimpiade è stato il GM filippino Eugenio Torre, che a 64 anni ha giocato la sua 23esima olimpiade, realizzando 10 punti su 11 (senza mai riposare!) con una performance Elo da 2836.

    • avatar
      Mongo 15 settembre 2016 at 17:05

      Inopinata nel senso di inaspettata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CLICCA QUI PER MOSTRARE LE FACCINE DA INSERIRE NEL COMMENTO

DISCLAIMER: I responsabili del blog cancelleranno immediatamente e di propria insindacabile iniziativa qualsiasi intervento che giudicheranno possa recare offesa a chiunque. Non sono tollerati gli attacchi personali, né le offese indirette rivolte a terzi. Oltre ai commenti offensivi, per non generare confusione, verranno cancellate anche le eventuali repliche. L'indirizzo IP del mittente, se necessario verrà segnalato alla Polizia Postale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torre & Cavallo - Scacco!

Nezhmetdinov – lezioni di fantasmagoria scacchistica dalle partite di un genio del gioco d’attacco

Porto Mannu R.H.

Porto Mannu Residence Hotel

Understanding the Sicilian

Sempre più vicino

A to Z Chess Tactics

Fabulous Fabiano

Azzurri in diretta

Azzurri in Diretta
Cosenza, CIA 2017

    • 29 novembre – 10 dicembre, h. 10:00
    • (Godena, David, Moroni, Stella, Valsecchi, Sonis, Brunello, Gilevych, Genocchio, Garcia Palermo, Dvirnyy)


Roma Città Aperta

    • 3 – 10 dicembre, h. 16:30
    • (Sibilio, Corvi, Landi, Pitzanti, Martorelli, Ferretti, etc.)

Gli ultimi commenti

Live rating

2700chess.com per tutti i dettagli

Chess book reviews

Le recensioni di SoloScacchi