Crea sito

Scacchiste a Teheran

Scritto da:  | 13 febbraio 2017 | 45 Commenti | Categoria: Attualità, Internazionale, Olimpiadi

Questa volta facciamo scalo nell’antica Persia, o meglio nel moderno Iran… e per la precisione proprio a Teheran.

Perché, cosa succede a Teheran?
Sì, succede… succede che dal 10 Febbraio al 5 Marzo si giocherà il Campionato del Mondo Femminile KO.
Ma non doveva giocarsi lo scorso anno?
Si, ma poi la FIDE ha deciso di spostarlo nel 2017 ed eccoci qui a Teheran.
Ma è un posto dove non vengono garantiti i diritti fondamendali e le donne vengono trattate male, ora hanno cambiato idea?
Organizzano pure un Campionato di scacchi dedicato alle donne?
Dai, non ci credo!
Iniziamo col dire che comunque è stato deciso che sarà obbligatorio il velo per le giocatrici, l’ex-Campionessa del Mondo Mariya Muzychuk non partecipa per protesta, però in compenso partecipa la sorella Anna.
Hou Yifan, che è in rotta di collisione con la FIDE, ha deciso di non partecipare e anche Koneru Humpy ha dato forfait.
Ci sarà una nostra rappresentante, Olga Zimina, qualificata grazie oll’ottimo risultato ottenuto negli Europei del 2015.

Comunque caro amico, ascolta bene: il popolo iraniano è cordiale e gentile in generale, non fare l’errore di confonderlo coi governanti.
Se avrai la fortuna di conoscere qualcuno del posto disposto a confidarti come è nella realtà la società iraniana potrete discutere del matrimonio, dell’alcool alle feste, dell’integralismo di certi membri della società a cui si contrappone l’agnosticismo dominante dei giovani, eccetera eccetera…

Amico mio, sono discorsi interessanti che confermano e dipingono una società diversa da quella che uno può costruirsi basandosi sulle informazioni dei giornali, ma che al contempo infondono un’estrema tristezza per la condizione in cui i giovani (e con essi il resto della popolazione) sono costretti a vivere, con l’unica prospettiva di emigrare e dover abbandonare un paese che amano con tutta l’anima.
In Iran tutti devono sfoggiare una facciata di tristezza e serietà, una maschera che si dismette solo al riparo delle case.
Ci sono una quindicina di tipi diversi di polizia tra i quali spiccano la “Polizia della Morale” e quella che ha il solo compito di controllare che la divisa degli altri poliziotti sia perfettamente in ordine…
Il grigiore e la mancanza di colore delle donne, obbligate a colori sobri e a vestiti che ne castrano le forme, viene controbilanciata da una serie di murales e trompe l’oeil che decorano qualche palazzo.

A proposito, stavamo parlando all’inizio di scacchi…
Come si svolge il Campionato?
Ci sono 64 partecipanti che si sono guadagnate l’accesso a giocarsi il mondiale tramite noiosissimi discorsi che risparmiamo, questi sono i loro nomi:

Dal Campionato 2014-15
01. Pogonina Natalija (RUS) – Runner up 2014 (2457.00)
02. Cramling Pia (SWE) Semifinalista 2014 (2511.50)
03. Harika Dronavalli (IND) – Semifinalista 2014 (2506.16)

Campionesse Junior 2014-2015
04. Goryachkina Aleksandra (RUS) Campionessa 2014 World Junior G20 (2479.16)
05. Buksa Nataliya (UKR) Campionessa 2015 World Junior G20 (2227.58)

Dalla lista Elo (periodo febbraio 2015 – gennaio 2016)
06. Ju Wenjun (CHN) 2547.08
07. Muzychuk Anna (UKR) 2545.58
08. Kosteniuk Alexandra (RUS) 2530.08
09. Zhao Xue (CHN) 2522.66
10. Shen Yang (CHN) 2460.75
11. Ushenina, Anna (UKR) 2452.16

Dal Campionato Europeo 2014 e 2015
12. Gunina Valentina (RUS) 2014
13. Melia Salome (GEO)
14. Zhukova Natalia (UKR)
15. Dzagnidze Nana (GEO)
16. Batsiashvili Nino (GEO)
17. Javakhishvili Lela (GEO)
18. Stefanova Antoaneta (BUL)
19. Foisor Cristina-Adela (ROU)
20. Socko Monika (POL)
21. Khurtsidze Nino (GEO)
22. Kashlinskaya Alina (RUS)
23. Danielian Elina (ARM)
24. Bodnaruk Anastasia (RUS)
25. Mkrtchian Lilit (ARM)
26. Guseva Marina (RUS) 2015
27. Girya Olga (RUS)
28. Gaponenko Inna (UKR)
29. Kovalevskaya Ekaterina (RUS)
30. Khotenashvili Bela (GEO)
31. Paehtz Elisabeth (GER)
32. Charochkina Daria (RUS)
33. Savina Anastasia (RUS)
34. Hoang Thanh Trang (HUN)
35. Guramishvili Sopiko (GEO)
36. Atalik Ekaterina (TUR)
37. Zimina Olga (ITA)
38. Ziaziulkina Nastassia (BLR)
39. Gvetadze Sofio (GEO)

Dalle Americhe
40. Arribas Robaina Maritza (CUB) (Continental)
41. Nemcova, Katerina (USA) (Zone 2.1)
42. Ni, Viktorija (USA) (Zone 2.1)
43. Foisor, Sabina (USA) (Zone 2.1)
44. Zhou Qiyu (CAN) (Zone 2.2)
45. Marrero Lopez, Yaniet (CUB) (Zone 2.3)
46. Cori T., Deysi (PER) (Zone 2.4)
47. Martinez, Ayelen (ARG) (Zone 2.5)

Asia e Oceania
48. Sukandar, Irine Kharisma (INA) (Continental 2014)
49. Hejazipour, Mitra (IRI) (Continental 2015)
50. Zhu, Chen (QAT) (Zone 3.1)
51. Shamima, Akter Liza (BAN) (Zone 3.2)
52. Pham, Le Thao Nguyen (VIE) (Zone 3.3)
53. Saduakassova, Dinara (KAZ) (Zone 3.4)
54. Tan Zhongyi (CHN) (Zone 3.5)
55. Zhai Mo (CHN) (Zone 3.5)
56. Ni Shiqun (CHN) (Zone 3.5)
57. Huang Qian (CHN) (Zone 3.5)
58. Lane, Nancy (AUS) (Zone 3.6)
59. Padmini, Rout (IND) (Zone 3.7)

Dall’Africa
60. Mona, Khaled (EGY) (Continental)
61. Mezioud, Amina (ALG) (Continental)
62. Latreche, Sabrina (ALG) (Continental)

Wild cards (del Presidente della FIDE)
63. Khademalsharieh, Sarasadat (IRI)
64. Pourkashiyan, Atousa (IRI)

Totale: 64 giocatrici

Gli accoppiamenti hanno lo schema 1-64, 2-63, 3-62 etc. determinati dalla graduatoria Elo di gennaio 2017.
Nei primi cinque turni ( fino alle semifinali incluse) in ogni mini-match si disputano due partite a cadenza 90′ x 40 mosse + 30′ per concludere, sempre con incremento di 30″ a mossa; in caso di parità si disputano due partite a cadenza 25′ + 10″ a mossa; eventualmente si procede con due partite a cadenza 10′ + 10″ e poi ancora con due 5′ + 3″; in caso di ulteriore parità si gioca una partita “sudden death”: il sorteggio determina chi può scegliere il colore; il Bianco ha a disposizione 5′, il Nero 4′; entrambe le giocatrici riceveranno un incremento di 3″ a partire dalla mossa 61; la vincitrice del “sudden death” si qualifica per il turno successivo, in caso di parità passa chi ha condotto il Nero. Nel sesto turno, cioé in finale, le partite a cadenza classica sono quattro e i tie-breaks sono identici ai turni precedenti.

Montepremi complessivo pari a 450.000 $, 60.000 alla nuova Campionessa del Mondo.

Questo il sito ufficiale.

Questo è il calendario di gioco:

  • 11-13 Febbraio: I Turno
  • 14-16 Febbraio: II Turno
  • 17-19 Febbraio: III Turno
  • 20-22 Febbraio: IV Turno
  • 23-25 Febbraio: V Turno
  • 26 Febbraio: riposo
  • 27 Febbraio – 3 Marzo: VI Turno (Finale)

Le partite si giocano alle 15,00 ora locale, da noi saranno le 12,30.

Scarica qui il tabellone del torneo in formato pdf

avatar Scritto da: The dark side of the moon (Qui gli altri suoi articoli)


45 Commenti a Scacchiste a Teheran

  1. avatar
    Mongo 9 febbraio 2017 at 19:20

    Bravo The dark, un’ottima presentazione di questo mondiale dove la mia favorita è la cinesina Ju Wenjun (pronuncia: Juventus)! :)




    2
  2. avatar
    The dark side of the moon 9 febbraio 2017 at 21:34

    Primo turno:

    Ju Wenjun 1 – Lane, Nancy 64
    Mezioud, Amina 63 – Muzychuk Anna 2
    Kosteniuk Alexandra 3 – Latreche, Sabrina 62
    Shamima, Akter Liza 61 – Harika Dronavalli 4
    Dzagnidze Nana 5 – Mona, Khaled 60
    Ni, Viktorija 59 – Gunina Valentina 6
    Stefanova Antoaneta 7 – Marrero Lopez, Yaniet 58
    Martinez, Ayelen 57 – Zhao Xue 8
    Tan Zhongyi 9 – Foisor, Sabina 56
    Gvetadze Sofio 55 – Batsiashvili Nino 10
    Pogonina Natalija 11 – Zhou Qiyu 54
    Arribas Robaina Maritza 53 – Shen Yang 12
    Hoang Thanh Trang 13 – Buksa Nataliya 52
    Pourkashiyan, Atousa 51 – Paehtz Elisabeth 14
    Goryachkina Aleksandra 15 – Zhai Mo 50
    Hejazipour, Mitra 49 – Bodnaruk Anastasia 16
    Girya Olga 17 – Foisor Cristina-Adel(deceased) 48
    Pham, Le Thao Nguyen 47 – Javakhishvili Lela 18
    Cramling Pia 19 – Nemcova, Katerina 46
    Guramishvili Sopiko 45 – Khademalsharieh, Sarasadat 20
    Socko Monika 21 – Savina Anastasia 44
    Charochkina Daria 43 – Huang Qian 22
    Zhukova Natalia 23 – Khurtsidze Nino 42
    Ziaziulkina Nastassia 41 – Ushenina, Anna 24
    Danielian Elina 25 – Padmini, Rout 40
    Melia Salome 39 – Atalik Ekaterina 26
    Mkrtchian Lilit 27 – Ni Shiqun 38
    Zimina Olga 37 – Khotenashvili Bela 28
    Saduakassova, Dinara 29 – Nechaeva Marina 36
    Gaponenko Inna 35 – Kovalevskaya Ekaterina 30
    Cori T., Deysi 31 – Kashlinskaya Alina 34
    Zhu, Chen 33 – Sukandar, Irine Kharisma 32

    Purtroppo c’è una brutta notizia: Foisor Cristina-Adel è deceduta, quindi Girya Olga passa direttamente ai 16.mi di finale.

    Grazie Mongo, bella battuta =))
    Un grazie ovviamente anche a Martin per la pazienza e il lavoro (ottime foto) che aggiunge ogni volta che si invia qualche contributo.
    Visto che il primo turno è previsto per l’11 Febbraio facciamo qualche pronostico intanto?




    0
  3. avatar
    Uomo delle valli 9 febbraio 2017 at 22:02

    Mi dispiace tantissimo per la povera e sfortunatissima Cristina Foisor. Posso immaginare come si sentirà Olga Girya che peraltro è simpaticissima e molto carina, farò il tifo proprio per lei, via. :)




    0
  4. avatar
    fabrizio 10 febbraio 2017 at 12:16

    Certo l’assenza di alcune delle più forti giocatrici attuali ( Hou Yifan, Koneru, Mariya Muzychuck) svaluterà molto il significato del titolo mondiale. In questo caso sarà vero che le assenti non hanno ragione?
    Polemiche a parte, io vedo bene la Kosteniuk, che è ritornata negli ultimi tempi ad un buon livello di gioco.




    0
  5. avatar
    Daniele Marione 10 febbraio 2017 at 12:51

    Non si può dare torto alla Hou Yifan. Hanno cancellato da oltre 10 anni il mondiale ko nel maschile (dopo alcuni vincitori di “dubbio valore” ) e continuano nel femminile? Tra l’altro da un po’ di anni il mondiale femminile è a corto di ossigeno, con i campionati posticipati sempre all’anno successivo per mancanza di fondi e sedi. Io sono per introdurre un sistema uguale a quello maschile, che è quello che chiede anche la campionessa (anche se per pochi giorni) in carica.




    0
  6. avatar
    The dark side of the moon 10 febbraio 2017 at 14:03

    Sicuramente bisognerebbe applicare gli stessi criteri che ci sono nel maschile.
    Il Mondiale KO poi si alterna con il Mondiale nella modalità Match e questa è un ulteriore anomalia.

    Comunque le campionesse dei mondiali KO sono:
    2000 Xie Jun (Cina)
    2001 Zhu Chen (Cina)
    2004 Antoaneta Stefanova (Bulgaria)
    2006 Xu Yuhua (Cina)
    2008 Alexandra Kosteniuk (Russia)
    2010 Hou Yifan (Cina)
    2012 Anna Ushenina (Ucraina)
    2015 Mariya Muzychuk (Ucraina)

    La campionessa del Mondo attuale è Hou Yifan, nel 2016 ha battuto l’ucraina Mariya Muzychuk in un match.

    A proposito, in una intervista la Zimina ha detto che è una questione di ambizione il fatto di non partecipare per protesta contro il velo.
    Però ha ammesso che giocare col velo è fastidioso, lei in allenamento non è riuscita ad abituarsi….




    0
  7. avatar
    The dark side of the moon 11 febbraio 2017 at 17:28

    La Zimina patta la prima col bianco contro la Khotenashvili, domani giocherà col nero.
    Al momento della patta aveva una qualità in più per un pedone, i motori giudicano favorevole la posizione di Olga.
    Certo quei tre pedoni neri passati sul lato di Donna sono preoccupanti, probabilmente il Bianco per fermarli avrebbe dovuto ridare la qualità.
    La domanda è: ha fatto bene la Zimina ad accontentarsi della patta? =))




    0
    • avatar
      fabrizio 11 febbraio 2017 at 23:51

      Ho guardato la partita su Chessbomb: secondo Stockfish la Zimina ha mancato in diverse occasioni la possibilità di ottenere un vantaggio consistente. Non essendoci riuscita ha forse preferito non rischiare, pur essendo ancora in vantaggio.
      Non è forse un buon segnale riguardo il suo stato di forma (ma spero di sbagliare).




      0
  8. avatar
    The dark side of the moon 13 febbraio 2017 at 08:40

    Altra patta per la Zimina, quindi come da regolamento, oggi si disputano due partite a cadenza 25′ + 10″ a mossa; eventualmente si procede con due partite a cadenza 10′ + 10″ e poi ancora con due 5′ + 3″; in caso di ulteriore parità si gioca una partita “sudden death”: il sorteggio determina chi può scegliere il colore; il Bianco ha a disposizione 5′, il Nero 4′; entrambe le giocatrici riceveranno un incremento di 3″ a partire dalla mossa 61; la vincitrice del “sudden death” si qualifica per il turno successivo.




    1
  9. avatar
    fabrizio 13 febbraio 2017 at 22:18

    La Zimina vince 2-0 lo spareggio rapid. Al prossimo turno incontrerà la Dzagnidze, numero 5 del tabellone: sarà dura per lei.




    1
  10. avatar
    lordste 14 febbraio 2017 at 14:09

    Tragicomica la (non) trasmissione delle partite degli spareggi ieri: a lungo non si è saputo nulla, con chessbomb che dava la “nostra” come Olga… Girya! A un certo punto era girata la voce che il 2-0 nelle rapid fosse per la Khotenashvili…
    Speriamo che la FIDE intervenga (anche per le condizioni di gioco pare difficili: caldo esagerato, e i vamigerati veli a coprire il capo non aiutano di certo).




    0
  11. avatar
    fabrizio 14 febbraio 2017 at 23:48

    La Zimina perde (abbastanza malamente, a mio avviso, dopo una apertura promettente) la prima partita del secondo turno.




    0
  12. avatar
    lordste 15 febbraio 2017 at 14:49

    Round 2 Game 2: i motori dopo l’apertura danno decisa preferenza alla Zimina! vediamo…




    0
  13. avatar
    lordste 15 febbraio 2017 at 16:45

    Purtroppo in zeitnot la Zimina perde l’occasione, spreca il vantaggio netto e finisce per perdere. peccato




    0
  14. avatar
    The dark side of the moon 15 febbraio 2017 at 21:07

    Lo 0-2 è pesante però onestamente giocava contro una avversaria più forte.
    Nonostante tutto oggi avrebbe potuto vincere, brava comunque!




    0
  15. avatar
    The dark side of the moon 17 febbraio 2017 at 11:55

    Prosegue il torneo dopo l’eliminazione della Zimina con gli ottavi di finale, questi gli accoppiamenti:

    Ju Wenjun (1) – Olga Girya (17)
    Padmini Rout (40) – Tan Zhongyi (9)
    Harika Dronavalli (4) – Sopiko Guramishvili (45)
    Nana Dzagnidze (5) – Shen Yang (12)
    Anna Muzychuk (2) – Pham Le Thao Nguyen (47)
    Antoaneta Stefanova (7) – Nino Khurtsidze (42)
    Alexandra Kosteniuk (3) – Pia Cramling (19)
    Ni Shiqun (38) – Natalia Pogonina (11)

    Visto che Olga è uscita ora tiferò per la Pogonina! :p




    0
    • avatar
      Uomo delle valli 17 febbraio 2017 at 12:18

      La ‘mia’ Olga invece va avanti alla grande! :o




      0
  16. avatar
    The dark side of the moon 19 febbraio 2017 at 22:41

    Anche la Pogonina eliminata…. =))
    Si prosegue domani coi quarti, questi gli accoppiamenti:

    Ju Wenjun-Tan Zhongyi
    Dronavalli-Dzagnidze
    Anna Muzychuk-Stefanova
    Kosteniuk-Ni Shiqun

    Adesso mi prendo la Muzychuk, voglio vedere se va fuori anche lei! :D




    0
    • avatar
      fabrizio 19 febbraio 2017 at 23:17

      La mia Kosteniuk :) ancora regge, anche se ha fatto molta fatica (come quasi tutte le favorite, mi pare) contro la Cramling.




      0
    • avatar
      Mongo 20 febbraio 2017 at 19:05

      Ma allora le vuoi davvero male!! Povera Anna!! :p




      0
  17. avatar
    fabrizio 21 febbraio 2017 at 22:28

    Grossa sorpresa nei quarti di finale: la Ju Wenjun, numero 1 del tabellone e principale favorita, viene seccamente battuta dalla Tan Zhongyi. Si qualificano anche la Kosteniuk e la Muzychuk; spareggio tra Dronavalli e Dzagnidze.




    0
    • avatar
      fabrizio 22 febbraio 2017 at 22:47

      La Dronavalli si qualifica: domani semifinali. Muzychuk, Kosteniuk, Dronavalli, Tan Zhongyi si contenderanno l’accesso allo scontro finale per il titolo mondiale.
      Purtroppo si sente la mancanza della vera “regina” (che nel frattempo si sta comportando abbastanza bene nel Gran Prix Fide di Sharjah).




      0
  18. avatar
    The dark side of the moon 22 febbraio 2017 at 22:52

    La Dronavalli è l’ultima semifinalista battendo al tie-break la Dzagnidze (1,5-0.5).
    Queste le semifinali:

    Tan Zhongyi-Harika Dronavalli
    Anna Muzychuk-Alexandra Kosteniuk

    Qualcuno è in grado di inviare qualche foto delle giocatrici col velo?
    Ne ho viste diverse e sono veramente particolari.
    Magari se riesco ne invierò qualcuna io nei prossimi giorni ;)




    0
  19. avatar
    The dark side of the moon 23 febbraio 2017 at 16:34

    Fabrizio, non avevo ancora letto che avevi aggiornato tu! :p
    A proposito della Hou: pare che nell’ultima partita del torneo di Gibilterra abbia perso volontariamente per protestare contro gli accoppiamenti avuti, aveva giocato contro 7 avversarie donne su 9 giocatori e a suo parere tali sorteggi erano stati “pilotati”.
    La Hou ora sta disputando un buon torneo “Gran Prix FIDE” a Sharjah.
    Il personaggio mi piace, magari ci scrivo qualcosa :D
    Le foto che volevo spedire e che ritraggono le nostre protagoniste a Teheran non mi vengono caricate dal sito “per motivi di sicurezza”.
    Andatele a cercare sul web se interessa perché ne vale la pena.




    0
  20. avatar
    Jas Fasola 24 febbraio 2017 at 19:43

    Harika vince con la Tan un finale R+A+C vs R cercando prima di non entrarci (aspetta a spingere il pedone su cui la Tan sacrifica l’alfiere) e poi quando vi entra avrebbe potuto dare matto al meglio in 21 mosse, ci riesce dopo 45 ! Il tutto senza problemi di tempo (con una decina di minuti + 30 secondi per mossa) ma giocando comunque piuttosto veloce e male.




    0
    • avatar
      fabrizio 24 febbraio 2017 at 22:42

      Concordo con Jas: ho l’impressione che il livello tecnico di questo campionato non sia molto elevato. Delle poche partite che ho seguito ( spero che non sia un campione statisticamente significativo) posso solo ricordare grossi svarioni




      0
  21. avatar
    fabrizio 25 febbraio 2017 at 20:58

    La Tan Zhongyi vince all’Armageddon un drammatico spareggio con la Dronavalli.
    La finale sarà quindi Tan Zhongyi – Anna Muzychuk.
    Io credo che quest’ultima sia la netta favorita, ma la Tan in questo torneo ci ha abituato a grosse sorprese a suo favore. Vedremo alla scacchiera nei prossimi giorni.




    0
  22. avatar
    Giancarlo Castiglioni 25 febbraio 2017 at 21:16

    Incredibile la conclusione dello spareggio Harika – Tan, anche tenendo conto che si giocava 4′ contro 5′ e incremento.
    Harika arriva in un finale di donne con un pedone in più e sembra non si renda conto che cambiando le donne il finale di pedoni è vinto in modo elementare.
    Manovrando a caso ha più volte l’occasione di cambiare le donne, non lo fa e finisce per perdere.
    In effetti la posizione in cui abbandona con un pedone in meno è pari, ma la cosa è irrilevante perché con la patta passava l’avversaria.
    Evidentemente l’emozione la ha mandata in confusione totale, perché qualsiasi candidato maestro, se non meno, quella posizione la avrebbe vinta.




    0
    • avatar
      Jas Fasola 26 febbraio 2017 at 11:17

      “Evidentemente l’emozione la ha mandata in confusione totale, perché qualsiasi candidato maestro, se non meno, quella posizione la avrebbe vinta.”
      Se avesse visto l’idea di Dh4 e non avesse pensato a spingere il pedone.




      0
  23. avatar
    The dark side of the moon 28 febbraio 2017 at 11:36


    La Muzychuk in “versione mistica” =))
    Patta intanto la prima partita di finale.




    0
  24. avatar
    Jas Fasola 28 febbraio 2017 at 14:15

    Anna Muzychuk and Mariya Muzychuk, Women’s World Chess Champions. (ma la Tan lo sa?)




    1
  25. avatar
    fabrizio 28 febbraio 2017 at 16:32

    La Tan Zhongyi vince nettamente la 2° partita della finale e passa in vantaggio. Riuscirà Anna Muzychuk, oggi veramente appannata, a riprendersi?




    0
    • avatar
      fabrizio 1 marzo 2017 at 17:37

      Oggi è il turno della Muzychuk a vincere nettamente, ma il numero di errori di entrambe le contendenti è grande. La domanda di ieri si ribalta: la Tan Zhongyi si riprenderà? La finale assomiglia sempre più a una roulette russa.




      0
  26. avatar
    Giancarlo Castiglioni 1 marzo 2017 at 21:37

    In questo caso considerare errori le mosse indicate in rosso da stockfish porta completamente fuori strada.
    Probabilmente stockfish indica in rosso una mossa che peggiora di un certo valore, poniamo un punto, la valutazione della posizione, cosa perfettamente giustificata quando si passa da 0 a -1 o da +0,5 a -0,5.
    Ma quando si passa da -4 a -5 o da +4 a +3 come succede in questa partita, la cosa è del tutto ininfluente; la partita è comunque decisa, non cambia niente.
    Anzi qualche volta la mossa che porta a +4 è in pratica meglio di quella che porta a +5 perché più sicura e più facile da calcolare.
    Paradossalmente, visto che dopo 14 Axh7 stockfish considera la partita vinta per il bianco l’errore decisivo del nero (forse 13…b5) non è nemmeno indicato come errore.
    Concludendo a me pare una ottima partita.




    0
  27. avatar
    fabrizio 1 marzo 2017 at 22:48

    Hai ragione che è del tutto ininfluente il singolo errore (se così si vuole chiamare) che porta la valutazione da +5 a +4 (vantaggio sempre largamente sufficiente per vincere). Ma nella partita in questione ci sono diverse mosse come:
    11)..;Ae7 ,che porta a una variazione di valutazione di soli 0,5 e che viene segnalata come errore lieve da Stockfish.
    19)Ad2 , che fà passare la valutazione da +2,68 a +1, rimettendo quasi in corsa il nero.
    19)..;Tb8 , che fà passare da +1 a +4,55, perdendo l’occasione.
    20)..;Dc5 , da +4,21 a +7,12, rendendo la situazione disperata.
    21)Axb4 , da +7,12 a 3,38
    che io ritengo errori (al pari di Stockfish) o perlomeno imprecisioni gravi che non denotano certamente bel gioco.




    1
    • avatar
      Giancarlo Castiglioni 2 marzo 2017 at 13:26

      Ritorno sull’argomento non per spirito di polemica, ma per sottolineare che le valutazioni dei programmi, pur utilissime, vadano sempre interpretate.
      Visto che Jas mi ha già spiegato due volte come fare, ho scaricato stockfish e lo uso come motore.
      Su 11…Ae7 i due stockfish sono d’accordo, errore lieve che porta un peggioramento di circa 0,5 tra l’altro quasi annullato dalla successiva 11 Ad3 con 11 Rb1 considerata migliore.
      Ma in altri casi le due valutazioni sono molto differenti.
      La mossa decisiva 14 Axh7+ è considerata +0,59 su chessbomb e +2,36 sul mio.
      Alla mossa precedente 13…b5 è data come migliore da chessbomb +0,18 mentre il mio da come migliore una più ragionevole 13…Cc5 +0,91 con l’idea (ma i programmi hanno idee?) di eliminare il pericoloso Ad3.
      Morale col PC non si capisce perché la Tan abbia perso.
      Non faccio il tifo per nessuna delle due, ma dal gioco e da come sono andate le semifinali la Mazuychuk merita di più di vincere.




      0
      • avatar
        Jas Fasola 2 marzo 2017 at 14:52

        Caro Giancarlo, ti svelo come fare a non faticare troppo quando possibile. Cerca le analisi che già ci sono, con programmi e processori modernissimi. Vai su questo sito https://database.chessbase.com/ vedi che la mossa migliore per il nero è 13… f6 (Houdini 5.01 con profondità 30 – quindi 15 mosse – gli dà 0,72 e Stockfish 8 con profondità 38 -19 mosse- 0.43. Quindi già il nero sta maluccio, ma ancora forse resiste. Invece dopo la mossa che il tuo Stockfish (ma di sicuro con una profondità non alta) ritiene ragionevole (Cc5) segue Axh7+ e tutto crolla (sul sito dopo Cc5 Houdini 5.01 consiglia Rb1 1.16 di vantaggio ma lo fa solo a profondità 20 e questo sacrificio richiede qualche mossa ancora… se giochi Axh7 trovi 3.57 di Komodo 10 a profondità 34).




        0
        • avatar
          Giancarlo Castiglioni 2 marzo 2017 at 17:03

          Con più tempo di riflessione anche il mio stockfish da come migliore f6 con punteggio 0,38. Aspettando ancora un po’ il punteggio sale a 0,61 superata da Td8 con 0,56.
          Un po’ dopo torna meglio f6 con 0,50.
          Tutte valutazioni che non sono verità rivelate.
          Unica certezza: il nero sta male.




          0
          • avatar
            fabrizio 2 marzo 2017 at 20:53

            @ Giancarlo&Jas : a parte le più approfondite analisi da voi proposte, io ero partito dall’idea che la partita, meritatamente vinta dalla Muzychuk, non fosse proprio scevra da errori abbastanza gravi da entrambe le parti. Sbaglio del tutto?




            0
            • avatar
              Jas Fasola 3 marzo 2017 at 10:12

              Quando ci si fa dare Axh7+ di sicuro si è giocato molto male. La Muzychuk con Ad2 ha dato una chance alla sua avversaria, perciò anche lei non ha brillato.




              0
            • avatar
              Giancarlo Castiglioni 3 marzo 2017 at 11:02

              Sicuramente ci sono stati errori da entrambe le parti.
              Però per giudicare una partita oltre agli errori bisogna considerare le buone mosse giocate.
              Era facile vedere che dopo Axh7 c’era un forte attacco, ma non era ovvio giudicarlo vincente.
              C’erano altre mosse che potevano sembrare altrettanto buone e più sicure.
              Anche dopo continuare l’attacco non era facile.




              0
  28. avatar
    The dark side of the moon 2 marzo 2017 at 08:43

    La Muzychuk ha fatto una ottima partita.
    Nell’analisi di Stockfish bisogna tener conto delle varianti proposte: perchè complicarsi la vita per andare a giocare una mossa teoricamente migliore quando giocando mosse semplici si vince ugualmente senza rischiare sviste tattiche?
    La Tan Zhongyi ha commesso degli errori che sono stati sfruttati dall’ucraina che ha giocato nettamente meglio.
    Probabilmente avrebbe potuto resistere di più giocando un po meglio ma la Muzychuk le è stata superiore da un punto di vista strategico: ha impostato la partita attaccando sul lato di Re, la sua avversaria non è riuscita ad evitarlo senza avere neanche un controgioco da opporre.




    0
  29. avatar
    Chess 2 marzo 2017 at 14:15

    Fischer nel suo incontro con Anand tra una cosa e altra disse: ” perche’ tu ti fidi delle valutazioni del computer? io no”




    0
  30. avatar
    The dark side of the moon 2 marzo 2017 at 21:42

    Patta praticamente annunciata oggi, quindi da domani SPAREGGI!
    Purtroppo o per fortuna, tutti siamo condizionati dall’analisi del pc.
    Personalmente dopo la partita, anche se analizzata già coll’avversario, la prima cosa che faccio quando torno a casa è quella di accendere Houdini.
    Con gli anni ho imparato però che le analisi dei motori bisogna saperle leggere nella maniera corretta e distinguere le mosse deboli o gli errori effettivi che si sono commessi.
    Altrimenti meglio non usare i programmi.




    0
  31. avatar
    The dark side of the moon 3 marzo 2017 at 21:17

    La Tan Zhongyi è la nuova campionessa mondiale femminile.
    Vince agli spareggi la seconda partita giocata col bianco dopo aver pattato la prima.
    Complimenti ;)




    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CLICCA QUI PER MOSTRARE LE FACCINE DA INSERIRE NEL COMMENTO

DISCLAIMER: I responsabili del blog cancelleranno immediatamente e di propria insindacabile iniziativa qualsiasi intervento che giudicheranno possa recare offesa a chiunque. Non sono tollerati gli attacchi personali, né le offese indirette rivolte a terzi. Oltre ai commenti offensivi, per non generare confusione, verranno cancellate anche le eventuali repliche. L'indirizzo IP del mittente, se necessario verrà segnalato alla Polizia Postale.

Torre & Cavallo - Scacco!

Sempre più vicino
What it Takes to Become a Grandmaster
Fabulous Fabiano

Tornei in evidenza

Tornei in evidenza
Arvier – IV Open Grand Paradis

  • (30 Luglio – 5 Agosto 2017)

 

Capri – III Open Internazionale

  • (26 – 29 Ottobre 2017)

Azzurri in diretta

Azzurri in Diretta
Semifinali Camp.to Italiano

    • 15 – 23 luglio, h. 15:30
    • (Moroni, Basso, Bruno, Bellia, Gilevych, Genocchio, Borgo, Pescatore, Sarno, etc.)

Gli ultimi commenti

Live rating

2700chess.com per tutti i dettagli

i pezzi di ricambio online

http://www.tuttoautoricambi.it/