Giocando in Costa Viola

Scritto da:  | 13 Ottobre 2022 | 5 Commenti | Categoria: Attualità, Nazionale, Tornei

Nel Lessico del XXI secolo (2012) dell’Enciclopedia Treccani si legge che, «nell’ambito dei computer, delle tecnologie digitali e di Internet», l’avatar è «la rappresentazione grafica di un utente». Esso «incarna l’utente, ma la traslazione semantica, rispetto al termine da cui deriva (secondo l’iconografia e la mitologia induista, l’incarnazione umana della divinità) è inversa: il corpo fisico si dissolve nell’immaterialità dei bit».

In precedenti interventi, ho reso noto che il mio avatar SoloScacchistico si riferisce al Torneo Open del 2° Festival Scacchistico Internazionale della Costa Viola, svoltosi a Bagnara Calabra dal 2 al 6 gennaio 2009, e mi ritrae in una posa nella quale la mano sinistra ferma la mano destra avente un aspetto bellicoso…

In questo articolo presento una partita che ho giocato in quel Torneo, al settimo e ultimo turno, riguardo alla quale inserisco solo alcuni brevi commenti; il mio avversario era un Candidato Maestro:

Non so se la mia semimossa 10.Dd2 fosse del tutto adeguata alla posizione; forse 10.O-O sarebbe risultata più solida.

Relativamente al mio avversario, con 19…e6 avrebbe ottenuto all’incirca la parità, mentre dopo 19…Ca5 è venuto a trovarsi in leggero svantaggio.

Posizione dopo 23…Tcc8

Nella posizione rappresentata sopra ho sacrificato un Pedone (24.f5), al fine di creare spazio per il mio Alfiere delle case scure.

Alla 29° mossa il mio avversario ha commesso un errore abbastanza grave (29…a6). Avrebbe dovuto liberare la casa f8 per la propria Torre, in difesa della casa f7, anche se sarebbe rimasto in svantaggio lo stesso.

Posizione dopo 33.Axf5

A questo punto mi trovavo in notevole vantaggio. La partita era, teoricamente, finita.

 

Il giocatore in terzo piano a sinistra sono io. Osservate anche il giocatore in primo piano a sinistra…

Platone (V-IV secolo a.C.), il celebre filosofo vissuto nell’antica Grecia, scrisse, a proposito di tale costa: «Ogni cosa si tinge con le diverse tonalità del colore viola, dando vita ogni sera, con i suoi spettacolari riflessi, a una visione sempre nuova».

La Costa Viola, che si estende per circa 35 chilometri in provincia di Reggio Calabria arrivando fino allo Stretto di Messina, prende il nome dal colore assunto dal mare e dalla terra, specialmente al tramonto…

avatar Scritto da: Giorgio Della Rocca (Qui gli altri suoi articoli)


5 Commenti a Giocando in Costa Viola

  1. avatar
    Sergio Pandolfo 21 Ottobre 2022 at 10:58

    Bella partita, e ancor più bella la Costa Viola.

    • avatar
      Giorgio Della Rocca 22 Ottobre 2022 at 10:09

      Grazie per il commento!
      Evidentemente, si tratta di due bellezze piuttosto diverse fra loro…

  2. avatar
    Fabio Lotti 22 Ottobre 2022 at 11:38

    Bella 24.f5 e notevole coppia degli Alfieri.

    • avatar
      Giorgio Della Rocca 22 Ottobre 2022 at 14:29

      Grazie, Fabio. So che sei abbastanza esperto di (s)gambetti scacchistici…
      (Sebbene, tecnicamente, quel sacrificio di Pedone non sia un gambetto.)

  3. avatar
    Giorgio Della Rocca 12 Novembre 2022 at 14:19

    Ho sostituito l’originaria immagine in evidenza con quella attuale perché la precedente,
    per quanto suggestiva, più che a una Costa Viola mi faceva pensare a una Costa Azzurra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


CLICCA QUI PER MOSTRARE LE FACCINE DA INSERIRE NEL COMMENTO Locco.Ro

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2700chess.com for more details and full list

Problema di oggi